15 ottobre 2015 |

Come sostituire la vecchia caldaia, i consigli per scegliere bene

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Prima o poi arriva il momento di sostituire la vecchia caldaia, dunque ecco una breve guida che vi orienterà nella scelta della caldaia migliore e più adatta alle vostre esigenze. Quali sono tutti i fattori che dobbiamo tenere in considerazione quando compriamo l’apparecchio che riscalderà il nostro appartamento?

La caldaia è il cuore dell’impianto di riscaldamento di casa che, generalmente, dopo qualche anno comincia a fare qualche capriccio. La colpa spesso è dell’utente che non esegue gli ordinari controlli e le revisioni del caso, che tra l’altro sarebbero obbligatorie per legge. Così ad un certo punto, dopo vari tentennamenti, giunge per tutti il momento di dover affrontare la spesa per il cambio della caldaia. Ecco tutto quello che bisogna sapere per fare un acquisto consapevole e intelligente, cercando anche di risparmiare qualcosina.


Classe di efficienza energetica

L’efficienza di una caldaia viene quantificata tramite il rendimento di combustione e maggiore è il rendimento maggiore è il risparmio. In base alla loro efficienza energetica sono previste quattro diverse classi di rendimento delle caldaie, con una classificazione che va da 1 a 4 stelle. Quelle che consentono di ottimizzare meglio i costi sono quelle a 4 stelle, anche se ovviamente prevedono un investimento iniziale maggiore, che poi però riuscirete ad ammortizzare con i consumi.

Caldaie a camera stagna o aperta?

E’ importante sapere che esistono due diversi tipi di caldaia: la cosiddetta caldaia a camera aperta e quella a camera stagna. In via del tutto generale l’ideale sarebbe installarla all’esterno dell’appartamento, ma se avete la necessità di installarla dentro casa, allora dovrete acquistare una caldaia a camera stagna. Inoltre una caldaia, di qualunque tipo, non dovrebbe mai essere installata in un box, nelle rimesse, in un garage o in generale in tutti quei posti in cui potrebbe verificarsi un incendio.

Come scegliere la caldaia

Nella scelta della caldaia più adatta alle nostre esigenze dobbiamo sicuramente considerare questi fattori. Dobbiamo stabilire se la caldaia ci servirà solo per l’acqua calda, solo per il riscaldamento, oppure per entrambe le cose, ma anche, e soprattutto, considerare la metratura dell’appartamento: le caldaie hanno potenze nominali diverse e costi diversi, quindi un appartamento grande ovviamente richiederà una caldaia con una potenza maggiore. Come già accennato, dovremo già sapere se l’apparecchio verrà installato all’interno o all’esterno dell’appartamento e infine non dimenticate che è importante, prima di fare l’acquisto, informarsi sui costi dell’installazione della caldaia, esattamente come facciamo quando acquistiamo un condizionatore.

Quali sono le caratteristiche di una buona caldaia

Partiamo dal presupposto che investire su un buon apparecchio vi consentirà sicuramente di risparmiare anche sui consumi, per cui la domanda lecita è: quale potrebbe essere la migliore caldaia? Indipendentemente dalle caratteristiche che derivano dal luogo in cui la posizioneremo e dal combustibile che utilizzeremo, la miglior caldaia che possiamo acquistare ha sicuramente le seguenti caratteristiche:

  • Sistema a condensazione
  • 4 stelle di efficienza di rendimento
  • Sistema antiblocco (è quindi dotata di dispositivi che ne evitano il blocco accidentale)
  • Sistema Aqua Sensor (mantiene costante la temperatura dell’acqua indipendentemente dalla quantità utilizzata)
  • Termoregolazione
  • Pannello elettronico di comando
  • Accensione automatica
  • Funzione anticalcare

 LEGGI ANCHE:

 Bollette e risparmio, come ridurre i costi ed evitare gli sprechi

Efficienza energetica, gli oggetti di design che aiutano a risparmiare

Potrebbe interessarti anche