01 settembre 2015 |

Come inserire pezzi d’antiquariato in una casa in stile moderno

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Arredare la casa senza rinunciare alla funzionalità del moderno né al gusto classico dell’antico è possibile basta seguire alcune semplici regole: ecco come fare.

Lo stile d’arredamento è il primo pensiero quando si scelgono i mobili ma, spesso, non siamo attratti da una sola forma d’arredo e vorremmo poter unire più stili, con risultati sicuramente originali. È buona norma, però, non esagerare nel numero di stili da mixare: meglio sceglierne due e trarre il meglio da entrambi. Un mix perfetto e molto apprezzato è quello che vede l’uso di arredi moderni e funzionali con l’aggiunta di pezzi di antiquariato (o comunque dall’aspetto più classico). Anche in questo caso, essendo stili così diversi e, in un certo senso, opposti, è bene seguire alcune regole per ottenere un risultato esteticamente valido: vediamo quali.


Classico e moderno: le regole per mixare gli stili di arredamento

Le linee

Lo stile moderno presenta linee pulite, minimali, spesso sottili, mentre lo stile classico è l’esatto opposto: massiccio, opulento, “ingombrante”. Per un risultato che mantenga l’idea di spazio e che non limiti la luce, è bene accostare il mobilio più ingombrante a quello più sottile.

Lo spazio

Non stipate ogni angolo con mobili e oggetti, ma lasciate sempre dello spazio, una sorta di respiro che non darà l’idea di trovarsi in un bazar e che, soprattutto, non mortificherà né i due stili né gli arredi stessi. In una parete piena di armadi, scrivanie e sedie nessun pezzo risalterebbe e tutto verrebbe messo in ombra, in un caos di mobili senza senso.

Rispettare gli ambienti

Quello che va bene per il salotto non può andare bene anche per la stanza da letto, dunque armonizzate con cura. Ad esempio, se il vostro armadio è in stile classico, dunque “pesante” e molto rifinito nei dettagli, non aggiungete anche letto e cassettiere altrettanto opulente: meglio orientarsi sulle linee delicate del moderno.

Immaginare gli ambienti

Cercate di visualizzare gli ambienti con gli arredi che volete aggiungere: c’è abbastanza luce? Cosa manca? Cosa è di troppo? Vi sentite a vostro agio? Tutto quello che più vi piace è ben armonizzato ed esposto? Quando avrete risposto a queste domande, potrete procedere.

Mai esagerare

Se partite da uno stile di base, con mobili già presenti, e volete solo aggiungere qualcosa che dia un tocco diverso, la prima regola è non esagerare e rispettare l’arredo già presente. Se lo stile d’arredamento è minimale e moderno puntate su una bella poltrona classica, foderata con colori chiari e tessuti leggeri. Se avete bisogno di una scrivania, sceglietela vintage e accostatele una sedia comoda e moderna. Se, al contrario, la vostra casa rispecchia un gusto classico, puntate su tavoli da salotto più scevri di particolari e sedie senza fronzoli.

Cura dei dettagli

Se non è possibile inserire un ulteriore elemento d’arredo perché troppo ingombrante o costoso (come armadi, tavoli e poltrone), puntate sugli oggetti che richiamano i due stili: lampade di design moderne da avvicinare ad uno specchio dalla cornice dorata e lavorata, tappeti dalle geometrie contemporanee in salotti o stanze da letto classiche. Anche uno spazio ristretto come l’ingresso di casa può essere arredato con un mix dello stile moderno e classico: uno specchio dalla forma antica e una consolle moderna possono convivere felicemente!

Potrebbe interessarti anche