Smacchiare i tessuti: guida facile per le vacanze

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Le vacanze arrivano, qualcuno è già partito, qualche altro si prepara invece per la settimana di ferragosto, ma  il momento di fare il punto della situazione in merito alla questione “ bagaglio piccolo per chi viaggia low cost”, arriva per tutti. Quanti di voi mettono in valigia qualche abito in più temendo che qualcosa si sporchi? E a chi non è mai capitato di macchiarsi con del gelato o magari  con del caffè? Ecco un vademecum a prova di macchia, che vi aiuterà ad intervenire nel giusto modo sui vostri capi, anche se siete in vacanza e non avete tutto l’occorrente di cui disponete in casa. In ogni caso, per evitare che rimangano aloni su abiti e camicie, sarebbe opportuno intervenire sulle macchie subito, se non avete la possibilità sciacquate con acqua pulita e coprite con un panno umido in attesa del trattamento.


  • Cioccolato
    Inumidire le macchie con dell’acqua e versare un po’ di sapone liquido sulla macchia, sfregare delicatamente e tampone con acqua. Nel caso in cui la macchia si sia già seccata utilizzare una miscela di acqua e sodio borato.
  • Vino
    Può succedere a chiunque durante una cena di sporcare il polsino della camicia con del vino, magari rosso. In questi casi niente panico, anche se il capo da trattare è particolarmente delicato. Nell’immediato si può utilizzare del sale, lasciare asciugare la macchia e poi lavarla normalmente. Se si tratta di un tessuto particolarmente delicato si può provare a tamponare la macchia con acqua miscelata ad acqua ossigenata. Per le quantità fate conto si utilizzare una parte di acqua ossigenata ogni sei d’acqua.

  • Nell’immediato provate a tamponare la macchia con dell’acqua, successivamente ritrattare la macchia con acqua tiepida e limone. La macchia dovrebbe andare via senza lasciare alcuno alone.
  • Spumante
    Nella foga di un brindisi, di un evento divertente, qualche goccia di spumante o champagne può anche finire sui vestiti. In questo caso basta trattare il capo con un composto a base di carbonato di potassio anche detto potassa e sapone da bucato. Stendere il composto sulla macchia e lasciare riposare per qualche ora. Dopo tamponare con acqua.
  • Caffè
    Tamponare il tessuto con aceto bianco fino a quando la macchia non viene via, se il caffè è zuccherato proseguire trattando con acqua. Fino a quando l’alone del caffè non viene via. Quando possibile, in seguito, rilavare regolarmente il capo a mano o in lavatrice.
  • Frutta
    Sembrano innocue e invece sono pestifere. Nel caso in cui vi sporchiate con della frutta sarebbe utile agire immediatamente sulla macchia strofinando con un cubetto di ghiaccio, o se ne avete modo trattarla con sale e succo di limone. Il risultato sarà ottimale se utilizzate dell’acqua ossigenata o ammoniaca.
  • Unto
    Come saprete le macchie di unto sono decisamente un bel problema perché rischiano di danneggiare i nostri capi, specialmente quelli più delicati. Su queste macchie è necessario agire immediatamente, ricoprendole possibilmente con talco. Dopo aver fatto agire per qualche minuto è necessario rimuovere la polvere con una spazzola, trattando la macchia delicatamente. Se il capo è in cotone successivamente potete sfregare il tessuto con sapone e successivamente, non appena rientrate dalle vostre vacanze, lavarlo in lavatrice.

Potrebbe interessarti anche