Paola Marella, intervista esclusiva all’immobiliarista più famosa della TV

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Grandi occhi cerulei, fisico da pin-up e un hairstyle che sta dettando tendenza. Lei è Paola Marella, l’immobiliarista più famosa della TV. In questi giorni è in onda su Real Time con la terza stagione di “Vendo casa disperatamente”, il programma che, insieme a “Cerco casa disperatamente”, l’ha consacrata tra i personaggi dello star system. Nonostante la popolarità, avvallata anche dal passaggio di Real Time sul digitale terrestre, Paola non si è montata la testa ed è rimasta una persona concreta, gentile e assolutamente disponibile. Stregati dalla sua classe, l’abbiamo intervistata.


Paola lei è un architetto… come mai ha deciso di dedicarsi al mercato immobiliare?

In realtà è capitato per caso: nel 1987, dopo essermi laureata in architettura, mi hanno proposto di lavorare nel settore immobiliare. Ho semplicemente deciso di accettare l’occasione che il destino mi aveva proposto. E da qui è partito tutto!

Come è iniziata la sua carriera in questo settore?

Come dipendente in un gruppo che all’epoca gestiva frazionamenti immobiliari, che rappresentano tuttora la mia specializzazione. Dopo qualche anno, questa realtà ha avuto alcuni problemi e, nel 1993, ho deciso di aprire una società insieme alla Direttrice Vendite del gruppo per cui stavo lavorando.

Quando e come è avvenuto il passaggio al piccolo schermo?

Nel 2007, quando il mercato immobiliare, come potrà ben immaginare, era in piena crisi, anche il mio lavoro ha cominciato a rallentare: dal 2004 gli imprenditori avevano smesso di frazionare gli immobili. In quel periodo è arrivata la proposta dalla televisione: mi offrivano un’avventura che sarebbe dovuta durare tre mesi e che mi avrebbe tenuta occupata solo un paio di giorni alla settimana. Da lì, tre mesi dopo tre mesi, si trasformato in quello che vedete oggi in TV!

Quanto e come è cambiata la sua vita da quando è su Real Time?

Io e tutti i miei compagni di avventura di Real Time abbiamo un pubblico veramente affettuoso che ci ferma per strada! Ci vedono un po’ come “uno di famiglia”. Il tutto si è straordinariamente potenziato da quando siamo anche sul digitale terrestre (oltre che su Sky): non pensavo che avremmo ottenuto una visibilità così importante!

Cosa pensa la sua famiglia del suo lavoro in TV?

Ho un marito delizioso che mi appoggia che mi dà una mano nella gestione della mia famiglia. Mio figlio di 16 anni sembra non interessarsi al mio lavoro in TV anzi, essendo una persona molto riservata, è infastidito quando mi fermano per strada e si imbarazza. Pensa che, ad oggi, avrò girato circa 90 puntate e non è mai venuto in studio!

Come si svolge la sua giornata tipo?

In questo momento sono impegnatissima e, con il passaggio anche sul digitale terrestre, stiamo registrando qualche puntata in più, e poi sto scrivendo un libro. Cerco di mantenere anche il mio lavoro come agente immobiliare. Mi divido più o meno equamente, anche grazie all’aiuto della mia assistente e della mia segretaria.

La mia sveglia suona alle 6.50, esco verso le 8.30 e intorno alle 9 sono già sul set. Se invece non devo registrare, passo la giornata seguendo il mio lavoro di immobiliarista dividendomi tra il commercialista, l’avvocato, i clienti…

Mediamente dedico 3 giorni alla TV e 2 al mio lavoro oppure 2,5 e 2,5.

Stai scrivendo un libro… interessante: di cosa si tratta?

E’ una sorta di “manuale della zia Pina” accompagnato da supporti visivi! Fornisco consigli su come scegliere la casa, come ristrutturarla… racconto cosa è importante guardare quando si compera una casa, come bisogna ristrutturarla e cerco di dare anche consigli a chi decide di fare le ristrutturazioni da sé.

I suoi architetti le tireranno il collo!

Ma no! Alla fine del libro c’è uno spazio dedicato ai loro consigli.

Come si fa a partecipare alle sue trasmissioni?

Semplicemente mandando una e-mail a: redazione.milano@maddoll.it

Rimane in contatto con le persone che la scelgono per acquistare o vendere casa?

Con alcun ci siamo poi sentiti anche dopo e si è instaurato un rapporto di amicizia, ma, credimi, sono talmente tanti che faccio fatica a mantenere rapporti con tutti!

Come è la casa dei suoi sogni?

Al mare!

Dove?

In una cittadina del sud della Francia. Mi piace molto anche Nizza. Insomma, la mia casa ideale non è su un’isola deserta ma in una città che anche d’inverno è viva.

La nostra TV è invasa da programmi trash e da personaggi che si improvvisano conduttori, attori… Crede che il successo del suo programma sia condizionato dal fatto lei e gli architetti che la affiancano siate tutti professionisti?

Penso che i successi di Real Time siano dovuti al fatto che siamo tutte persone che fanno lavori ben precisi, dei professionisti, ognuno con il proprio modo di essere, che può piacere o no. Siamo tutti molto reali e mai volgari. I miei compagni di viaggio sono meravigliosi. Ad esempio Barbara Gulienetti di “Paint your Life” è una persona dolcissima, oltre che un’ottima restauratrice.

Se le offrissero la conduzione di una trasmissione tipo “Pomeriggio Cinque” accetterebbe?

Non credo sarei capace! Dovrei studiare molto.

Cosa piace secondo lei al pubblico dei suoi programmi?

Il mio modo di essere, piace molto il mio look e credo anche di suscitare simpatia. Quando la gente mi incontra per strada, per lo meno, mi dice così.

Mi vedono come una persona reale.

Passiamo al suo look: è sempre così impeccabile… Come sceglie i suoi abiti? Sono capi suoi o viene vestita da qualche stilista?

Sono abiti miei! Li indosso anche nella vita reale! Tra l’altro il mio look ha suscitato molto interesse.

Ho una cugina che ha un negozio a Torino la quale mi ha insegnato qualche piccolo trucco…

Non amo gli abiti firmati e non mi piacciono quelli troppo cari. Mi piace prendere gli abiti un po’ ovunque, comprare ciò che mi piace per esprimere il mio look. Mischiare è la cosa più bella del mondo! Seguo la stessa filosofia anche nelle case. Pensa che ho un appartamento che affitto e che ho arredato con mobili Ikea: appena se ne va un inquilino, ne arriva subito un altro!

Qual è l’accessorio a cui non potrebbe rinunciare?

Borse e scarpe.

Non le piacerebbe condurre un programma di moda?

Moltissimo, magari… chissà!

Un’ultima domanda sul suo hairstyle… è stupendo! E’ riuscita e svecchiare il grigio e il bianco! Come è nata questa scelta? E’ legata al suo debutto televisivo o è antecedente?

Nel 1999, dopo la morte di mio padre, i miei capelli sono diventati tutti bianchi, e il mio parrucchiere, Adalberto, il Direttore Artistico di Coppola, ha creato questo look. All’inizio ero un po’ perplessa, ma ora direi che la scelta è stata azzeccata!

L’altro giorno, incredibile ma vero, ho incontrato una donna con il suo look… Crede che i suoi capelli siano destinati a creare una schiera di adepte?

Sì! Ieri ero da Coppola e c’era una signora uguale a me! In più Coppola l’ha messa tra le sue tendenze. Ti racconto un aneddoto carino sui miei capelli: un po’ di tempo fa ero a San Remosi è avvicinato un signore veramente simpatico e mi ha detto “Paola mia moglie si è fatta i capelli come lei! Ma non le stanno bene!”.

Potrebbe interessarti anche