Arredare l’attico, le soluzioni di design più funzionali

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

L’arredamento dell’attico delle essere diverso rispetto all’arredamento solito perché diverse e particolari sono le sue caratteristiche. La luce naturale e l’altezza, ad esempio, sono due fattori da tenere in grande considerazione, prima di decidere lo stile d’arredo di un attico. Anche la metratura stessa gioca un ruolo fondamentale, perché  con una grande superficie a disposizione è più semplice arredare, ovviamente, mentre un attico non molto ampio dovrà anche rispettare delle piccole norme salvaspazio.


La luce, come già accennato, è la vera protagonista in ogni attico, dunque è bene valorizzarla anche con supporti artificiali. le zone più ombre, come nicchie e sottotetti, vanno illuminate adeguatamente per non creare degli stacchi troppo vistosi. Ottimi e funzionali sono i faretti a muro. In questo contesto così luminoso, la scelta del colore delle pareti diventa fondamentale; le pareti bianche, in pieno sole, potrebbero risultare troppo riflettenti e dare fastidio. Meglio optare per un beige brillante, un giallo chiaro, o una delle tonalità più spente del rosa (salmone, pesca, rosa antico).

La scelta degli arredi per un attico può essere limitata dalla forma stessa dell’attico: molte ampie finestre, travi a vista del tetto, sicuramente suggestive, che però impediscono di andare oltre una certa altezza per gli armadi, le librerie, la cucina. In questo senso, sono perfette le ante scorrevoli e a scomparsa, le porte a scrigno e, per i mobili, il divano letto, vi faranno guadagnare spazio e saranno più funzionali. Se lo spazio a disposizione non è molto e preferite non riempire l’attico di mobili, ma gli ambienti vi sembrano anonimi, provate ad arredare l’attico con i quadri: soluzione salvaspazio semplice e pratica.

 

Potrebbe interessarti anche