L’igiene del gatto, tutto quello che c’è da sapere [FOTO]

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Una delle domande più importanti dell’argomento “igiene e pulizia del gatto” è:


E’ vero che i gatti si lavano da soli?

Questo è un argomento molto ampio e tantissimo dipenderà dal tipo di pelo del micio. Tuttavia non è da sottovalutare, poichè un micio ben toelettato, sarà più igienico per voi e manderà giù meno pelo, polvere e smog.

Il gatto, al contrario di come spesso si pensa, non è un animale che non deve essere lavato, anzi. Ne ha bisogno come e quanto i cani, se non di più (in base alle razze). Solo che abbiamo come aiuto in più il fatto che una buona parte di lavoro la faccia già la sua rasposa linguetta.

Per toelettare bene un micio la soluzione più semplice è portarlo da un toelettatore una volta al mese se il micio ha il pelo lungo e ama poco la spazzola e una ogni 4 o 5 mesi se il micio ha il pelo corto.

Quali accessori mi servono per toelettare il mio gatto?

Il nostro compito di bravi proprietari invece è di fare il lavoro quotidiano, quello meno di fino e più di mantenimento e questo si può fare con alcuni oggetti indispensabili:

  • un tagliaunghie
  • salviette umidificate
  • spazzola a denti fini
  • cardatore (se pelo lungo)
  • rastrello (se pelo lungo)
  • guanto spazzola
  • shampoo secco

Gli attrezzi da lavoro sopra elencati hanno delle specifiche utilità, ma per toelettare bene un gatto ci vogliono principalmente tempo, voglia e prontezza.

Nelle prossime puntate affronteremo:

  1. Tagliaunghie per gatti e salviettine, come li uso?
  2. Come faccio a prendermi cura del pelo del mio gatto?
  3. Il gatto si può lavare, ma come faccio?

LEGGI ANCHE:

Accudimento del gatto, il veterinario risponde

Sara Olivetti
Responsabile Gatti PetPRO
www.petpro.it

Potrebbe interessarti anche