14 Ottobre 2021 |

Come fare il cambio stagione: trucchi per organizzare l’armadio

di Alice Marchese

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
  • La stagione più fredda è arrivata. Come fare per ottimizzare gli spazi e fare un po’ d’ordine? E soprattutto, dobbiamo disfarci degli abiti a cui teniamo di più?
  • I consigli per fare un perfetto cambio stagione
  • Come posso vendere o disfarmi di quello che non metto più?

Arriva la stagione più fredda e dobbiamo assolutamente pensare al cambio stagione. Ma non basta cambiare posto alle canottiere e ai vestiti più leggeri: a volte dobbiamo fare delle scelte se non vogliamo che nel nostro guardaroba regni il caos. Ma come fare per ottimizzare gli spazi e fare un po’ d’ordine? E soprattutto, dobbiamo disfarci degli abiti a cui teniamo di più? Pensate ad esempio a quel paio di jeans troppo larghi che non ci piacciono più o a quel vestitino che conserviamo da anni nonostante non sia più della nostra taglia. La risposta è in questa guida su come fare il cambio stagione!

Cambio stagione: cosa butto via?

Ricordate sempre che quel vestito che non indossiamo più ma a cui non sappiamo dire addio potrebbe rendere felice un’altra persona. Oppure possiamo pensare ad un’amica alla ricerca proprio di quel capo o di chi ne ha più bisogno: basta portare i vestiti ancora in buono stato presso le sedi delle associazioni che poi, a loro volta, si occupano di distribuirle agli enti assistenziali.

Come faccio il cambio stagione?

Parola d’ordine: ordine e organizzazione. Riassumendo, gli step sono i seguenti.
1. Svuotate l’armadio
2. Riponete da una parte i vestiti, le borse e gli accessori da conservare e dall’altra quelli da sistemare nell’armadio
3. Selezionate gli abiti da donare e riponeteli in una busta
4. Riponete tutti i capi da conservare in appositi scatoloni

Pulire l’armadio prima di riempirlo!

Una volta vuoto, è fondamentale pulire bene l’armadio prima di riempirlo nuovamente. Per igienizzarlo al meglio, non serve fare ricorso ai detersivi chimici: basta utilizzare ingredienti semplici e naturali come ad esempio limone e bicarbonato.
Una volta conclusa la pulizia dell’armadio, procedete con la sistemazione dei diversi capi e non dimenticate di inserire qualche sacchetto profumato, meglio ancora se realizzato in casa.

Decluttering per il cambio stagione

Donare un abito e dargli così una seconda vita è anche più bello di gettarlo via. Quindi lberarsi di tutto ciò che è superfluo e inutile, non solo ci permette di risparmiare tempo, ma incide anche positivamente sul nostro umore: l’ordine infatti genera benessere.
Potete anche rivendere i vostri vestiti, scarpe e accessori accumulati in casa. Ci sono tantissime app in cui ci si scambia, si compra e si vende ciò che abbiamo scartato durante il cambio armadi.

Dopo il decluttering: rinnovare il guardaroba

Basta veramente poco, anche cambiare un bottone o aggiungere un merletto per trasformare un vecchio capo in uno nuovo, trendy e alla moda.

Cambio stagione: come faccio a liberarmi dei vestiti

A volte è difficile se non impossibile liberarsi del proprio vestito preferito. A volte ci affezioniamo troppo agli oggetti anche perché li associamo a ricordi davvero significativi per noi. Ma non è detto che altri vestiti possano essere indossati per occasioni altrettanto speciali! Ponetevi dunque delle semplici domande.
1) L’ho indossato quest’anno?
2) Mi sta bene?
3) Ho almeno altri 2 capi con cui potrei abbinarlo?
Se sono più i no, allora buttatelo senza rimorsi!

Per il cambio del guardaroba create un ordine visivo

Un guardaroba pulito, ordinato e semplificato è lo specchio di una mente altrettanto pulita e ordinata.
Stirare, piegare e sistemare bene pantaloni, gonne, maglioni e via dicendo, dunque, equivale a prendersi cura delle proprie cose.  Un trucchetto infallibile? Ricreare l’effetto show-room!
Posizionate gli accessori e appendete gli abiti come nelle boutique, un po’ a vista e badando bene alla disposizione a livello estetico.

La scatola per ordinare l’armadio

Procuratevene tante e di foggia diversa. Formati differenti a seconda dei capi e degli accessori da stipare ma anche colori diversi, per ricordarci meglio dove abbiamo riposto il tal paio di jeans.
Non possono mancare all’appello quindi: scatole colorate; scatole piccole (per accessori come borse, scarpe, cinture e foulard; scatole medie (per pantaloni, gonne, maglioni, camicie eccetera).
Poi ovviamente quelle in formato maxi. Nelle scatole grandi potrete mettere cappotti, piumini, giacche, coperte e tutto ciò che è molto voluminoso.
Ma prima ancora di entrare nel vivo del cambio armadi, prendete quattro scatole.
Su una scriveteci “da buttare”; sull’altra “da regalare”; sull’altra ancora “boh, in dubbio” e nell’ultima “da sistemare”. In questo modo farete una raccolta differenziata di indumenti davvero encomiabile.

Fare il cambio armadio insieme ad un’amica

A volte può essere stressante pensare a tutto questo da soli. Magari insieme ad un’amica tutto è più semplice. Un po’ di musica, una tisana calda, tante risate mentre provate e riprovate vecchie cose ormai fuori moda.

Qual è il giorno giusto per fare il cambio stagione?

E’ una domanda che tutti ci poniamo e la risposta è: quello in cui vi sentite più energici. Non bisogna essere stressati, e nessun altra giornata in cui si è più stanchi. La giornata potrà rivoluzionarvi tutto.  Il sabato, per poi ricaricarsi la domenica godendosi il proprio perfect wardrobe!

Svuotate tutti gli armadi e cassetti

Uno dei comandamenti per il cambio stagione è che bisogna creare disordine per poter poi fare ordine. Quindi il consiglio è: svuotate tutti i cassetti e gli armadi, poi riponete tutto sul letto, ben visibile. L’importante è separare le giacche dalle camicie, i pantaloni dalle gonne e via dicendo per evitare un caos in cui impantanarsi dopo, quando bisognerà farcire per bene l’armadio.
Avere tutto sott’occhio sul letto vi aiuterà anche a vedere nell’insieme quello che possedete e a esaminare eventuali doppioni.

Inventario del vostro guardaroba

Quante volte succede che dimentichiamo cosa abbiamo nell’armadio? La soluzione è un vero e proprio inventario del guardaroba. Vi eviterà di comprare doppioni. E insegna anche una cosa importantissima: dare importanza alle cose che possediamo.
Un po’ come un diario alimentare quando si è a dieta, il wardrobe diary aiuterà a limitarsi negli eccessi di shopping.