Ma come si stappa la bottiglia di spumante? Mini guida al brindisi disinvolto

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Ecco come si stappa una bottiglia di spumante e i consigli per non fare brutta figura e sembrare imbranati.

I consigli per non fare brutta figura: pochi ma decisi passaggi senza improvvisare.

Di recente, probabilmente a causa di una scena di un film, è iniziata la moda di stappare lo spumante usando un coltello o facendo strane acrobazie, tutte cose che è meglio non fare se non siete chef o sommelier esperti della tecnica in questione.

Preparate la tavola dove posizionare le flûte ossia i bicchieri a forma di cono rovesciato che sono indicate per servire i vini con le bollicine, infatti grazie alla loro forma conica consentono l’espandersi del perlage.

Vediamo invece come si stappa una bottiglia di spumante secondo il Galateo in modo da evitare inconvenienti e una brutta figura.

Istruzioni

  1. Prendete la vostra bottiglia di spumante; la maggior parte delle bottiglie di spumante e di champagne sono dotate di una capsula con una linguetta preforata che bisogna prendere con le dita e strappare delicatamente.
  2. Subito sotto la carta stagnola c’è la gabbietta di metallo posizionata sul tappo di sughero dotata di un anello; tiratelo verso l’esterno per liberarlo.
  3. Rigirate in senso antiorario il filo metallico per allentare la gabbietta dal collo della bottiglia e poi, rimuovete quest’ultima delicatamente.
  4. Con il pollice di una mano, tenete fermo il tappo, mentre con l’altra mano fate ruotare delicatamente la bottiglia (e non il contrario).
  5. Una volta liberato il tappo, esso verrà spinto dalla pressione interna verso l’alto quindi, esercitate con il pollice una delicata pressione contraria per impedirgli di schizzare fuori.
  6. Se il tappo è troppo resistente va allentato con la pinza per spumante, l’estrazione deve essere comunque seguita con le mani come descritto in precedenza.
  7. Con calma estraete il tappo che a questo punto potrà anche schizzare un po’ in aria, lasciandovi gioire come si conviene quando si stappa una bottiglia di spumante.

Leggi anche: