11 Maggio 2021 |

Depilazione: i metodi più efficaci per una pelle perfetta

di Alice Marchese

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
  • Depilazione: pro e contro
  • Metodi di depilazione
  • Metodi di depilazione più efficaci

La bella stagione avvicina. Le giornate diventano più lunghe, la temperatura aumenta e finalmente possiamo dedicarci alla nostra amata abbronzatura.
Purtroppo, torna il dilemma di ogni estate. “Depilarsi o non depilarsi?”. La scelta è soggettiva, ma se siete pro questo articolo è fatto apposta per voi.

Metodi di depilazione

Quando si parla di depilazione bisogna fare delle distinzioni. La scelta del metodo varia in base al tipo di belle e di zona del corpo.

Il rasoio è il metodo più veloce e semplice da usare, adatto anche quando i peli sono molto corti. Non è consigliato per la durata. La ricrescita è più veloce e a volte l’utilizzo delle lamette causa irritazione. Già dal giorno dopo vedremo rispuntare gli odiosi peli superflui.

La crema depilatoria è un sistema semplice e adatto anche alle pelli sensibili. I peli non devono essere troppo corti, altrimenti non vengono via. Anche in questo caso però i peli ricrescono in fretta, dopo 3 o 4 giorni.

Epilatore elettrico: è uno dei metodi più soddisfacenti. Elimina il pelo alla radice e non schiarisce l’abbronzatura, garantendo la pelle liscia per 7-10 giorni. Per avere gambe perfettamente lisce utilizza l’epilatore dopo una doccia tiepida o calda: in questo modo i pori saranno più aperti e farai meno fatica ad eliminare i peli superflui.

Metodi di depilazione più duraturi

La ceretta è uno dei metodi più utilizzati per una depilazione totale. Anche se dolorosa ci permette di avere una pelle liscia più a lungo, circa 15 giorni.

Depilazione definitiva

Ci sono tipi di depilazione che ci permettono di liberarci dai peli superflui per lunghi periodo, efficaci e indolore come: la depilazione laser e quella a luce pulsata che vengono eseguite da medici estetici e con appositi macchinari, in più sedute.

In realtà, per quanto si parli di depilazione definitiva, questi metodi non eliminano i peli per sempre, ma hanno una durata che ci permette di non pensare alla ricrescita per un bel po’.

Depilazione laser

Nella depilazione laser il pelo non viene strappato ma, il follicolo, viene distrutto da un raggio laser per eliminare i peli alla radice. Si distrugge il pigmento del pelo, la melanina. La riduzione dei peli in eccesso può arrivare fino all’80% permettendoci, così, di ricorrere alla ceretta solo un paio di volte all’anno.

È indolore e viene eseguita da un medico estetico che espone la zona da depilare a una luce laser e può essere eseguita su tutto il corpo, (anche se i tempi sono lunghi). Bisogna fare almeno 5 o 6 sedute a distanza di circa 20 o 30 giorni l’una dall’altra e la seduta dura dai 15 minuti alle 4 ore, a seconda della zona da trattare.

Depilazione a luce pulsata

In questa tecnica viene utilizzata una luce molto intensa che viene pulsata grazie ad una specifica lampada che si chiama “Flash”. Il calore prodotto viene trasmesso al bulbo pilifero che si scioglie.

Il principio è che si va a distruggere, così come nella depilazione laser, il pigmento del pelo: la melanina. È molto efficace sui peli scuri ed è sconsigliata a chi ha la pelle abbronzata. I peli devono essere rasati almeno 3 giorni prima con il rasoio per essere trattati al meglio. Anche qui il numero di sedute varia, a seconda delle indicazioni del medico e devono essere fatte a distanza di due o tre settimane e la seduta dura dai 20 minuti alle 2 ore, in base alla zona da trattare.

Depilazione con filo

Direttamente dall’oriente, è molto adatta a chi ha una pelle sensibile ed è consigliata per depilare gambe, viso e sopracciglia. Il metodo consiste nell’utilizzare un filo di cotone che viene torto e messo a spirale , viene trattenuto con le dita e passato sulla zona da depilare. Il filo cattura il pelo con un rapido movimento estirpandolo alla radice così da indebolire il pelo che ricresce meno rapidamente. Non ha nessuna controindicazione, non irrita la pelle e, il filo di cotone, aiuta anche a riattivare il microcircolo.

Ceretta araba

È un metodo di depilazione antichissimo, ideale per pelli sensibili e per la zona dell’inguine, perché molto delicato. È un sistema fai da te, infatti c’è proprio una ricetta per preparare la ceretta araba a base di acqua, zucchero e limone. Consiste nell’utilizzare una pallina di zucchero cotto che si stende sulla pelle e viene tirata via come una normale ceretta.

Come depilare al meglio la zona bikini

E’ importante fare uno scrub delicato sulla parte interessata per evitare la comparsa di peli sottopelle: il metodo più funzionale è sicuramente la ceretta, che estirpa i peli alla radice lasciando la zona bikini liscia e in ordine per circa tre settimane.

Il rasoio è una soluzione comoda, ma attenzione: il rischio di follicoliti e di prurito intenso è dietro l’angolo.