Vacanze al mare, come proteggere il seno dal sole

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Vacanze al mare? Ecco le dritte del medico per proteggere il seno da sole. Essendo una zona delicata, il decoltè ha bisogno di maggiori attenzioni e precauzioni quando andiamo in spiaggia per prendere la tintarella.

Il sole non fa bene alla pelle, e non fa bene neppure alla salute del nostro seno, ecco perché dovremmo proteggerlo anche quando pensiamo di prendere la tintarella in modo corretto. Oggi, quindi, vogliamo parlarvi di come proteggere il seno dal sole quando siamo al mare o in piscina.


Indubbiamente prendere il sole senza reggiseno aumenta il rischio di poter sviluppare un tumore al seno. Se sognate di prendere il sole in maniera integrale senza indossare il reggiseno, insomma in topless, allora sarebbe il caso di non esporsi mai durante le ore più calde e di farlo in generale spalmando anche in quella zona una crema con un fattore di protezione molto alto.

Inoltre non tutte le pelli sono uguali e hanno le stesse necessità, la scelta della crema solare dipende quindi da tutta una serie di fattori che non dovremmo mai trascurare, compresa l’età. Ad esempio più si è avanti con gli anni più la pelle è sottoposta a bruciature e infiammazioni, per cui prendere il sole al seno può esser ancora più rischioso.

La crema protettiva va applicata più volte anche sotto al costume e va riapplicata anche in caso di lozioni resistenti all’acqua: è chiaro che dopo un paio di bagni la protezione si esaurisca.  Il sole lo si può prendere ma con un po’ di buonsenso. Utilizzando una crema con un fattore di protezione alto, ma soprattutto adatto al proprio fototipo, evitando l’esposizione durante le ore più calde e spalmando frequentemente la crema soprattutto nelle zone più delicate, come il decolté che tende a ustionarsi più facilmente.

Potrebbe interessarti anche