20 novembre 2011 |

Integratori per capelli e alimentazione: risolvere la caduta stagionale

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Potrebbe apparire strano ma, una delle cause principali della caduta dei capelli è il semplice effetto della luce o, più precisamente, il picco di luce cui siamo sottoposti durante la stagionale estiva. E’ proprio questa, infatti, la causa per cui, nei tre mesi successivi all’estate (settembre, ottobre e novembre) i capelli cominciano a cadere, trovandosi nella cosiddetta fase Telogen. C’è anche un secondo periodo dell’anno in cui i capelli vengono espulsi dal cuoio ed è il quello primaverile. In inverno, si assiste, invece, alla fase più elevata di crescita dei capelli, la cosiddetta fase Anagen.

60 compresse integratore capelli e unghie

19.35 € 17.90 €
Sconto del 7%

Integratore per capelli 180 capsule

24.80 € 17.60 €
Sconto del 29%

Integratore alimentare per capelli 180 capsule

26.50 €

Fattori come la temperatura e gli ormoni androgeni giocano un ruolo fondamentale e, a maggior ragione, nel periodo di caduta stagionale, essi spingono l’organismo a “ripulire” il corpo dal superfluo. Il ruolo ormonale ha anche una forte influenza sulla differenza di caduta dei capelli, maschile e femminile: negli uomini la caduta dei capelli o alopecia andro-genetica, porta alla perdita dei capelli in alcune zone del capo e colpisce il 50% degli uomini sotto i 50 anni.

Nelle donne, una variazione ormonale e fattori di stress cui esse sono maggiormente sensibili, portano a una perdita che è, però, fortunatamente reversibile. Non manca, tuttavia, anche nella donna un’alopecia andro-genetica, simile a quella maschile, che può manifestarsi dopo la menopausa.

Caduta capelli: alimentazione e dieta

Per natura, quindi, gli esseri umani tendono a perdere i capelli con frequenze e ritmi stagionali che dipendono anche dal sesso, dall’ambiente, e dallo stile di vita. E proprio su quest’ultimo fattore che, secondo gli scienziati, si può agire e intervenire attraverso il miglioramento dell’alimentazione, l’uso di farmaci e l’assunzione di sostanze “nocive” per l’organismo e la cheratina di cui il capello è composto.

Ci sono molti elementi in natura che ricoprono un’importanza basilare per la forza e la tenuta del capello. Tra questi spiccano il Rame, l’acido ascorbico o vitamina C e le vitamine del gruppo B, gli Acidi grassi Omega 3, la lisina, la vitamina A e la vitamina E. Esse sono fortemente implicate nella salute del capello e nella sua bellezza ed è per questo che, per prevenire la caduta dei capelli, tali elementi devono essere integrati.

Cosa bisogna mangiare per prevenire la caduta dei capelli

  • Rame
    La frutta secca, la verdura a foglia verde, i frutti di mare e il cioccolato, sono alimenti ricchi di rame.
  • Vitamina C
    La vitamina C previene la perdita dei capelli perché agisce come un anti-ossidante. In natura, essa si trova negli agrumi come limoni, cedri, pompelmi e arance, nel radicchio, nei cavoli, nei broccoli, nei peperoni e nei pomodori.
  • Acidi grassi Omega 3
    Gli Acidi grassi Omega 3 si trovano nel pesce, soprattutto salmone e sardine. La dose consigliata è un cucchiaio di olio di pesce al giorno per prevenire la perdita dei capelli. Le persone che assumono cardio-aspirina devono consultare il medico prima di assumere olio di pesce.
  • Lisina
    La lisina è un aminoacido ed uno degli elementi costitutivi delle proteine. Poichè i capelli sono fatti di proteine, aggiungere lisina alla dieta aiuta a prevenire la perdita dei capelli. La lisina si trova nella carne e nelle uova.
  • Vitamine B
    Le vitamine del gruppo B aiutano a ridurre lo stress che può causare perdita dei capelli. Le troviamo nei cereali, nella carne, nel pesce, nelle uova, nel polline e nella pappa reale.
  • Vitamina D
    La vitamina D è in realtà un ormone e la sua integrazione nella dieta aumenta la quantità di capelli. La dose giornaliera raccomandata di vitamina D varia a seconda dei casi e della salute del soggetto.
  • Vitamina A
    La vitamina A stimola il follicolo dei capelli dove avviene la crescita del capello. Le carote sono una buona fonte di vitamina A, come molte altre verdure color verde scuro e rosso.
  • Vitamina E
    La vitamina E è importante per la circolazione sanguigna ed è implicata nella crescita dei vasi sanguigni. Una maggiore circolazione migliora la capacità del corpo di produrre nuovi capelli. Capsule di vitamina E possono essere applicate anche per i capelli e il cuoio capelluto come lozione. L’applicazione topica stimola direttamente i capillari del cuoio capelluto.

I rimedi da utilizzare sono, dunque, molti e il capello, come abbiamo visto, va curato principalmente attraverso la cura dell’organismo. In secondo luogo, tuttavia, troviamo anche i prodotti utilizzati per la cura e la pulizia della cute e della chioma. In particolare i capelli possono essere curati con:

  1. uso frequente di shampoo adatti come prodotti farmaceutici o erboristici ricostituenti
  2. lozioni rinforzanti
  3. maschere e impacchi naturali adatte alla tipologia del capello
  4. massaggi al cuoio capelluto
  5. sedute di ozonoterapia

Il massaggio cutaneo, in particolare, è importante perchè equivale a una vera e propria ginnastica della cute che stimola la circolazione e il ricambio di ossigeno a livello del bulbo pilifero, accelerandone così la crescita. Il massaggio deve essere fatto in fase di detersione della cute ma, può essere fatto ogni sera per 9-10 minuti. Ecco come si fa:

  • Basta sedersi “comodamente” sul divano e massaggiare il cuoio capelluto con i polpastrelli con movimenti semicircolari
  • Alternare a questi movimenti dei picchietii delle dita
  • Per non stancare le braccia e le spalle, è bene restare seduti, abbassare la testa, appoggiare i gomiti sulle cosce in prossimità delle ginocchia e massaggiare il cuoio capelluto
  • L’ottimale si ottiene alternando tre fasi di massaggio di tre minuti ciascuno. Tra una fase e l’altra si può alzare la testa, tornando dopo 10-15 minuti a massaggiare delicatamente la cute per riattivare la circolazione

Durante il periodo autunnale, un’azione sinergica di prodotti quali shampoo rinforzante-riequilibrante, fiale anti caduta, lozione purificanti, massaggio cutaneo e una corretta alimentazione, ricca di frutta, verdura ma anche di proteine nobili, sali minerali aiuta il capello ad essere in salute e resistere allo shock stagionale.

Potrebbe interessarti anche