25 ottobre 2011 |

Rimozione tatuaggi: modi, tempi e costi

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una vera e propria tattoo mania, una particolare forma d’arte che per alcuni popoli ha avuto un significato ben più profondo di quel che oggi la maggior parte di noi attribuisce a questi schizzi d’inchiostro sulla pelle.

Uomini e donne, senza nessuna limitazione di età, ogni hanno adornano il loro corpo con immagini, simboli, numeri, date e perfino frasi e versetti in prosa: un modo per scattare un’istantanea di un evento o di un valore significativo.

Ma qualche volta subentra anche qualche pentimento, specialmente per i tatuaggi passionali legati ad una storia che è finita, o magari per necessità di rimuovere dal corpo un segno che ad un certo punto potrebbe rivelarsi scomodo. Quindi vediamo dettagliatamente quali sono le tecniche per rimuovere definitivamente dalla vostra pelle un tatuaggio indesiderato.

Rimozione tatuaggi chirurgia estetica

Una volta era una delle tecniche più gettonate, ma a livello estetico non era eccellente, specialmente se si trattava di grandi porzioni di pelle da trattare: il rischio di conservare qualche cicatrice era ricorrente, ma per alcuni  era meglio una cicatrice che un brutto ricordo tatuato sulla pelle.

Rimozione tatuaggi chirurgia estetica

Attualmente la tecnica migliore sotto ogni di punto di vista. Il laser agisce direttamente sui pigmenti, distruggendo tutte quelle cellule che hanno assorbito colore, e che nel giro di poco tempo vengono sostituite da cellule nuove.

Rimozioni tatuaggi con creme

Esistono prodotti sul mercato, reperibili su internet che non promettono certo miracoli ma che nel tempo consentono ai pigmenti colorati di perdere la loro brillantezza. Ma effettivamente in tanti concorderanno che è meglio un tatuaggio integro piuttosto che una macchia indefinita sulla pelle.

Il trattamento migliore, quindi, consigliato a quanti vogliono rimuovere dalla pelle un tatuaggio che non gradiscono più, è il laser q-switch, che non è esattamente indolore, ma consente di rimuovere facilmente i tatuaggi, anche se tempi e costi dipendono chiaramente dalla porzione di pelle da trattare. E’ possibile, inoltre, che per rimuovere l’intero tatuaggio è possibile che occorrano due o più sedute. Non è particolarmente doloroso, a patto che venga applicata una crema o un prodotto anestetico sulla zona sottoposta al laser. Per quanto riguarda i costi, non sono esattamente accessibili, e oscillano tra 100 e 500 euro a seduta. Ergo, prima di fare un tatuaggio valutate attentamente la scelta del soggetto.

Potrebbe interessarti anche