03 agosto 2011 |

Trattamento lisciante capelli: come fare una scelta di qualità

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Trattamento lisciante, tiraggio, lissage, stiratura, piastratura, giapponese, brasiliano, Complex, Formula Coppola, tiraggio Paul Brown e trattamento naturale di Jean Paul Mynè: questa è sicuramente soltanto una piccola percentuale di ciò che offre il mercato, in quanto a trattamenti liscianti per capelli.

Costi dei trattamenti liscianti

I prezzi? Dagli 80 € ai 500 €, variabili in base alla qualità del prodotto e alla possibilità di eseguire il trattamento anche in casa o solo dalla parrucchiera. Il costo, peraltro, rimane un parametro fondamentale per ipotizzare l’affidabilità del trattamento, anche se non è facile sapere quanto le stirature chimiche facciano davvero male o siano innocue.

I trattamenti liscianti più gettonati

  • La stiratura giapponese è un trattamento chimico – termico che funziona meglio sui capelli poco trattati. E’ composto da una soluzione chimica che rompe i legami interni al capello grazie a un processo di ossigenazione. Il trattamento giapponese può richiedere fino a otto ore, la prima volta, (secondo la lunghezza e spessore dei capelli); i ritocchi richiedono, invece, tre o quattro ore. Per 3 giorni dopo il trattamento, non è possibile portare i capelli bagnati nè portare acconciature con trecce o coda poichè, la chioma ne assumerebbe la forma. Il risultato è però che i capelli saranno perfettamente lisci e lucidi.
  • Altri 2 trattamenti molto noti sono la stiratura brasiliana alla cheratina e il trattamento keratin Complex by Coppola. Entrambi questi trattamenti hanno l’effetto di lisciare i capelli, nutrendoli, contemporaneamente, della loro componente essenziale: la cheratina. In questo caso, la composizione naturale del capello torna, con il tempo, identica a prima della stiratura e il capello viene ristrutturato. I trattamenti a base di questo elemento vantano, infatti, la loro capacità di rilasciare nelle cuticole dei capelli secchi o danneggiati, cheratina pura, riparandone, automaticamente, le carenze. Lo stiraggio, tuttavia, non avviene solo grazie alla cheratina, ma all’aggiunta di formaldeide che è la sostanza chimica in grado di fare entrare la cheratina stessa nei capelli, inducendo le molecole a rilassarsi.
  • Il trattamento brasiliano è molto efficace, anche se è ritenuto nocivo, proprio a causa del contenuto di formaldeide che è una sostanza cancerogena. I creatori di trattamenti alla Cheratina Complex, di contro, sostengono che qualsiasi emanazione e residuo di formaldeide, rilasciato durante il trattamento, sia inferiore al limite consentito. Molto parrucchieri sostengono, inoltre, che il trattamento alla cheratina Complex è meno invasivo di quello brasiliano puro e che non ha lo stesso odore terribile di questo. I test, tuttavia, non hanno dimostrato quanta formaldeide viene rilasciata durante l’uso.
  • I trattamenti cosiddetti “anti-crespo”, invece, sono in grado di ammorbidire i ricci più fitti, grazie all’uso di composti chimici che, anche in questo caso però, rompono i legami interni del capello. Il trattamento lisciante “relax” va tenuto in posa per un massimo di 20 minuti, risciacquato, e poi neutralizzato.

Giacché tutti questi trattamenti modificano in modo permanente la struttura del capello, sarà sempre necessario intervenire sulle ricrescite con altrettanti prodotti chimici dannosi per i capelli stessi: per questo motivo è meglio confrontarsi bene con l’hair stylist, soprattutto se i capelli sono già ultra-stressati. Ciò è fondamentale non solo perchè il capello si può distruggere, ma anche perchè alcuni capelli trattati non reagiscono bene al contatto con sostanze chimiche che innescano un processo termico interno.

In questi casi sarebbe meglio utilizzare un trattamento che liscia i capelli nel periodo compreso tra uno shampoo e l’altro. C’è ne sono di molto buoni della linea Pantene, Loreal, Kerastase, Bio Point, Sunsilk, ma anche erboristici. Grazie all’ausilio di una buona piastra per capelli, si può così gestire l’effetto crespo. Questi prodotti vanno lavorati dalle radici alle punte e si resta in posa con una cuffia per la doccia per 10 minuti. Il calore intrappolato del cuoio e dalla cuffia aiuta ad assorbire la parte lisciante nella cuticola del capello. La maggior parte delle piastre, peraltro, rilasciano cheratina.

Il nostro consiglio? Evitare i trattamenti fatti in casa. Decidere di usare prodotti chimici, solo se il parrucchiere ritiene di poterlo fare. Chiedere a chi già l’ha fatto come si è trovato con un stiraggio chimico.

 

Potrebbe interessarti anche