02 Novembre 2019 |

La borsa da lavoro più adatta ai gusti e alle esigenze di ogni donna

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Come scegliere la borsa da lavoro

Come scegliere una borsa da lavoro che sia elegante e che abbia stile, ma che non rinunci alla professionalità.

Negli anni sono cambiate moltissimo le modalità di gestione del proprio lavoro. Ormai sono tantissime le persone che, pur lavorando in ufficio, hanno bisogno di viaggiare dovendo portare con sé documenti, tablet, computer fondamentali per la loro attività. Figuriamoci noi donne, che se non portiamo con noi anche gli oggetti apparentemente inutili, non siamo contente.

Nascono a tal proposito le borse da lavoro che in questi ultimi tempi sono state adattate ai gusti di ogni donna e alle necessità specifiche dei diversi mestieri.

Ma vediamo più nel dettaglio di che cosa si tratta.

Le borse da lavoro da donna possono avere diverse dimensioni: possiamo trovare sul mercato le borse zaino, comodissime da portar con sé, perché, appunto come uno zainetto, basta metterle in spalla e via. Oppure si possono trovare le borse portadocumenti, con forme simil rettangolari e con la possibilità di portarle sia tramite i doppi manici, sia eventualmente a tracolla, così da poter meglio distribuire il peso sulle spalle.

La fortuna è che se state cercando una borsa da lavoro da donna adatta ai vostri gusti siete in una botte di ferro, perché ce n’è davvero per ognuna di voi.

Le più belle borse da portare a lavoro sono per l’appunto quelle in grado di coniugare eleganza, stile e praticità.

Come scegliere la vostra borsa da lavoro

L’importante è che non scegliate la vostra borsa da lavoro solamente in base all’esteticità o al prezzo: a questo punto rischiereste di comprare un oggetto, sicuramente bello o comunque molto più economico, ma non così pratico. Badate anche alle dimensioni: non si consiglia una borsa portadocumenti troppo grande come nemmeno una troppo piccola. Tenete sempre a mente che in quella borsa dovrete inserirci delle cose ben specifiche.

Proprio perché dovete portare con voi i vostri documenti – quindi tablet, smartphone, agende, caricabatterie, hard disk esterni, eventuali depliants e altro ancora –  aguzzate l’occhio su una tipologia di borsa che abbia le caratteristiche migliori per trasportare come si deve ogni vostra necessità.

Ma un consiglio spassionato vogliamo darvelo ( specialmente a coloro che non rinunciano ad infilare oggetti e oggettini qua e là nella loro borsa ), ossia…scegliete una borsa da lavoro che, oltre al comparto principale ( possibilmente rinforzato e protetto ) abbiano anche ulteriori scomparti più piccoli e varie tasche esterne al cui interno potreste inserire oggetti che possono essere facilmente ripescati – e non persi nei meandri della “borsa di Mary Poppins”.

Sul mercato troverete quindi un’ampia scelta: dalle borse da pc al borsello portadocumenti, dagli zaini più piccoli adatti per il tablet e oggetti di dimensioni simili a vere e proprie borse in stile ventiquattrore. Quello che dovete fare è solamente spendere un po’ di tempo (e soldi) a cercare quella più adatta a voi.

Quale materiale scegliere per la borsa da lavoro?

Se, al contrario, avete le idee ben chiare e sapete già che forma e che dimensioni avrà la vostra futura borsa portadocumenti, ma non riuscite a decidere quale tipo di materiale si adatterebbe meglio al vostro accessorio ragionate sempre sul discorso della qualità.

Potreste scegliere una qualsiasi borsa di finta pelle, spendereste di meno pur avendo un qualcosa di utile e pratico alla funzione che deve svolgere. Tuttavia, non raccontiamocela, le borse fatte di pelle sono le migliori: è sicuramente il materiale più costoso, ma allo stesso tempo anche quello più resistente, bello da vedere e, detto inter nos, con una facciata molto più professionale.