09 maggio 2018 |

Tutti i pro e i contro del massaggio connettivale

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Trattare in modo efficace la cellulite e ringiovanire il viso: sono queste le prerogative del massaggio connettivale, un trattamento non invasivo e indolore che lavora sul microcircolo rendendo la pelle più compatta, giovane e sana. Volete saperne di più? Ecco tutti i pro e i contro del massaggio connettivale.

Sicuramente ne avrete già sentito parlare: il massaggio connettivale è un trattamento estetico non invasivo specifico per la cellulite, che ha lo scopo di ripristinare il microcircolo e stimolare il metabolismo cellulare. Non si tratta di un massaggio “miracoloso” ma di un trattamento coadiuvante che può aiutarvi a combattere la cellulite, a patto però che seguiate anche un’alimentazione sana e facciate un po’ di attività fisica.

In realtà questo massaggio serve a migliorare in generale la compattezza della pelle, per cui sul viso ha anche un ottimo effetto anti-invecchiamento. Ma è davvero efficace? Proviamo a scoprire insieme tutti i pro e i contro del massaggio connettivale!

Massaggio connettivale, cos’è e a cosa serve

Il massaggio connettivale viene praticato soprattutto in relazione alla cellulite, ma è un tipo di trattamento efficace anche in caso di problematiche di vario genere. In particolare viene consigliato in caso di contratture e disfunzioni di organi interni che a livello cutaneo possono  causare alterazioni e irritazioni della pelle, dolore e inestetismi vari. In questi altri casi si parla spesso di massaggio connettivale riflessogeno.

Il massaggio connettivale per la cellulite

Il problema della cellulite nella maggior parte dei casi è causato da un’infiammazione del tessuto connettivo provocato dall’incapacità delle cellule adipose di smaltire i liquidi. Ovviamente le cause della cellulite sono tante e diverse e spesso l’insorgenza della buccia d’arancia viene provocata da fasi continue di dimagrimento e ingrassamento altalenanti, senza ovviamente trascurare sovrappeso, predisposizione genetica e fumo.

I benefici del massaggio connettivale

È un trattamento ottimo contro la buccia d’arancia e può essere un rimedio ideale nei casi in cui la cellulite viene causata soprattutto da un problema di microcircolo e ritenzione idrica. Già dopo i primi trattamenti i risultati cominciano a diventare visibili anche ad occhio nudo e la pelle apparirà più compatta. Il vantaggio principale è che si tratta di un massaggio indolore che a certi stadi della cellulite può davvero essere risolutivo. In generale si tratta di un trattamento non invasivo efficace per ripristinare la salute cutanea e sottocutanea.

I contro del massaggio connettivale

Non ci sono delle controindicazioni del massaggio connettivale: in generale qualsiasi tipo di massaggio può essere benefico anche se non consente di raggiungere gli obiettivi prefissati. Senza dubbio in caso di sovrappeso o di cuscinetti di grasso particolarmente concentrati, da solo il massaggio connettivale non può essere risolutivo, anche se comunque migliora il microcircolo. Trattandosi di un massaggio vigoroso praticato senza creme oppure oli non è adatto a chi ha problemi di capillari troppo fragili e nemmeno nei casi in cui la cellulite è “vecchia” o fibrosa.

Massaggio connettivale per il viso

Essendo un massaggio che agisce direttamente sulla pelle migliorandone aspetto e compattezza, il massaggio connettivale è anche indicato per il viso e, secondo diverse opinioni sull’argomento, pare sia non soltanto in grado di rendere la pelle più compatta, rosea e nutrita, ma che sia ideale anche per diminuire e minimizzare in modo rilevante le rughe del viso.

Potrebbe interessarti anche