03 maggio 2018 |

10 cose da sapere sulla pelle mista

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

La pelle mista e sensibile è molto diffusa tra le donne, che spesso non sanno come trattarla e quali prodotti usare per valorizzarla e farla stare bene.

A prima vista può sembrare che la pelle mista sia facile da gestire, ma anche questa tipologia può mostrare qualche piccola insidia da dover tenere a bada.

Belle Azul Bio Smart Regenerative Gel Cream oil free

39.90 € 16.90 €
Sconto del 58%

Cattier Kit Multimasking Argile

30.00 €

Collistar Lozione Tonica Equilibrante

21.50 € 21.20 €
Sconto del 1%

Ma quanto la conosciamo davvero? Ecco 10 cose da conoscere sulla pelle mista per iniziare a prendersene cura nel modo corretto.

1. Come si riconosce la pelle mista

Qual è il significato di pelle mista? La principale caratteristica per definire una pelle mista è la compresenza di zone secche e zone grasse: di solito le prime sono concentrate sulle guance, contorno occhi e area intorno alle labbra, mentre le seconde nella “zona T”, ovvero fronte, naso e mento. La composizione del film idrolipidico è variabile nelle differenti aree del viso e presenta una grana irregolare, che può apparire lucida e oleosa su fronte-naso-e-mento, dove spesso compaiono punti neri e pori dilatati.

2. Utilizzate l’acqua micellare

Per detergere la pelle mista è opportuno utilizzare detergenti delicati e non schiumogeni, senza o con pochi tensioattivi. I prodotti ideali sono le acque micellari, formulate senza sapone e solfati, in grado di rimuovere in modo efficace il makeup mantenendo una certa delicatezza.

3. Scegliete detergenti non aggressivi

La detersione della pelle mista richiede la scelta di detergenti non aggressivi e con proprietà riequilibranti così da non aggredire le zone secche. Allo stesso tempo, però, devono svolgere un’azione sebo-normalizzante per prevenire l’insorgenza delle piccole imperfezioni sul resto del viso. In caso di pelle mista, quindi, è importante evitare l’uso di latte detergente troppo ricco che rischierebbe di appesantire le parti grasse incoraggiando l’insorgere di punti neri e imperfezioni.

4. È importante la temperatura dell’acqua

Tra i rimedi naturali per pelle mista c’è la scelta della temperatura dell’acqua con cui lavare il volto la mattina e la sera. Per sciacquare il viso, si consiglia di usare acqua leggermente più calda all’inizio, per aprire i pori, e poi applicare il detergente e fare l’ultimo risciacquo con acqua leggermente più fredda, per richiuderli.

5. Usate il tonico

Tra i prodotti consigliati per pelle mista, il tonico è un vero elisir di benessere poiché permette sia di completare l’azione di pulizia del detergente eliminando le ultime impurità, sia di togliere le tracce calcaree presenti nell’acqua. Usatelo sempre nella vostra routine di bellezza e picchiettate delicatamente sul viso deterso con un dischetto di cotone. Il tonico, poi richiude i pori e prepara la pelle a ricevere al meglio i trattamenti successivi, donando vitalità e radiosità al volto.

6. Scegliete una crema con protezione Spf

È importante utilizzare una formula con Spf tutto l’anno per garantire maggiore protezione dai raggi UV. Inoltre, è opportuno prediligere una crema oil free, con una texture ultra leggera che non ostruisce i pori, garantendo un effetto matte per tutta la giornata. Il consiglio è optare per una crema viso per pelle mista bio, maggiormente delicata e priva di sostanze potenzialmente irritanti.

7. Eseguite uno scrub alla settimana

Per evitare di sollecitare eccessivamente le ghiandole sebacee è meglio evitare di eseguire due scrub alla settimana, optando invece per uno solo ogni 7/10 giorni per rimuovere le cellule morte che rendono la pelle opaca. Preferite scrub delicati, evitando abrasivi aggressivi che potrebbero alterare il naturale film idrolipidico.

8. La pelle mista è meno soggetta alle rughe

Ecco uno dei vantaggi di questo tipo di epidermide: la pelle mista è meno soggetta alle rughe. Essa, infatti, invecchia meglio e meno nel tempo rispetto ad una pelle secca; questo perché l’eccesso di sebo la “conserva” più a lungo, mantenendola maggiormente idratata e proteggenodola dalle aggressioni esterne, come umidità, vento, freddo e inquinamento.

9. Fate una maschera due volte alla settimana

Le maschere per pelle mista sono un ottimo metodo per purificare, detossinare ed equilibrare la pelle mista. Per ottenere un risultato perfetto, potete utilizzare la tecnica del multimasking che prevede di mescolare o abbinare tra loro diverse maschere per assicurare i massimi benefici alla pelle, andando così incontro a molteplici esigenze cutanee. Molto indicate anche le maschere a base di argilla, meglio se quella bianca perché più delicata, da applicare sulla zona T.

10. Scegliete un siero con vitamina C e acido ialuronico

Un siero per pelle mista deve contenere Vitamina C, potente antiossidante che dona sostegno alla struttura della pelle regalando miglioramenti visibili e tattili alla superficie cutanea, e acido ialuronico, dotato della capacità di legare a sé numerose molecole d’acqua per consentire il giusto grado di idratazione cutanea, mantenendo la pelle sempre tonica e luminosa.

Potrebbe interessarti anche