Ittiolo, la crema per sconfiggere i brufoli che deriva dai fossili

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Ittiolo per pelli grasse e acneiche: ecco la crema per sconfiggere i brufoli!L’unguento ictammolo è un prodotto dalla consistenza densa, acquistabile in farmacia e particolarmente indicato nel trattamento dell’acne, dei foruncoli e degli ascessi cutanei. Questo trattamento è quindi “risolutivo”, in quanto risolve l’acne tramite applicazione locale della pomata, contribuendo anche all’eliminazione e alla maturazione di brufoli e cisti acneiche. Vediamo meglio di cosa si tratta!

Ittiolo, a cosa serve e come usarlo

L’ittiolo è un prodotto antinfiammatorio, antimicrobico, cheratolitico e sebostatico, che contiene un’alta concentrazione di zolfo. E’ proprio grazie allo zolfo che questo prodotto svolge la sua azione determinante nella regolazione del sebo in eccesso. Le pomate a base di ittiolo si presentano quindi di colore molto scuro e hanno un’odore davvero intenso, forte e quasi pungente.


Molto consigliato anche dai dermatologi, l’ittiolo viene utilizzato sia in campo cosmetico che in quello farmaceutico. Ma quale è la particolarità dell’unguento a base di ittiolo? L’ictammolo deriva dagli scisti bituminosi (cioè dalle rocce sedimentarie) di resti fossili di pesci e rettili marini. Da qui ne deriva il nome “ittiolo” e il colore nerastro di questa crema allo zolfo.

La pomata a base di ittiolo va applicata sulla zona da trattare due o tre volte al giorno, preferibilmente coprendo la zona con una garza sterile o un cerotto grande, evitando il contatto con le mucose, la bocca e gli occhi. E’ importante non eccedere con la quantità di prodotto da applicare per evitare arrossamenti della pelle. Potete aiutarvi applicando la crema con un cotton fioc.

Controindicazioni dell’ittiolo

L’unguento ictammolo è in genere ben tollerato, anche se possono esserci casi di ipersensibilità verso il prodotto. Tuttavia non è consigliato a chi ne è allergico e a chi ha una pelle molto delicata e sensibile. L’ittiolo in gravidanza non è controindicato, ma prima di usarlo è bene consultare il proprio medico o ginecologo.

Tra le controindicazioni e gli effetti collaterali dell’ittiolo troviamo il bruciore, le irritazioni, l’ipersensibilità cutanea e possibili dermatiti. Per queste motivazioni si può testare la crema prima dell’applicazione continuata del prodotto. Per sapere di più su quest’unguento per sconfiggere i brufoli potete consultare il dermatologo, il farmacista o leggete il foglio illustrativo del prodotto.

Leggi anche:
Freddo e acne, i consigli per affrontare la stagione invernale
Come si usa il sapone allo zolfo? Proprietà e controindicazioni

Carmela Giglio

Potrebbe interessarti anche