10 Febbraio 2016 |

7 consigli per gestire un taglio di capelli corto in fase di ricrescita

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Con questi 7 consigli per gestire un taglio di capelli corto in fase di ricrescita vi ritroverete ad avare un bel caschetto e dei capelli più lunghi in men che non si dica… o quasi!

Aspettare

Iniziamo con il dire che se le star ce la fanno, ce la possiamo fare anche noi! E’ pur vero che loro hanno un parrucchiere personale a disposizione, ma è altrettanto vero che nessuno ci vieta di copiare i loro look per riuscire brillantemente a gestire il nostro taglio corto che sta diventando lungo.

Però, dato che non abbiamo la bacchetta magica, dovremmo prima di tutto entrare nell’ottica che, per avere i capelli più lunghi, dobbiamo pazientare e imparare ad apprezzare le fasi intermedie. Quindi calma e sangue freddo, l’attesa non è poi così lunga: si tratta solo di abituarsi al cambiamento del proprio viso che, a differenza di quando abbiamo fatto il passaggio contrario, cioè dal lungo al corto, richiede un po’ di tempo e pazienza, ma non meno coraggio.

Acconciare

Nel frattempo, attrezziamoci con qualche immagine motivazionale come questa di Michelle Williams che del suo taglio corto in crescita sta facendo un suo punto di forza, dimostrandoci come una fascia glitterata possa far resistere alla tentazione di un bel … ZAC! No, non si fa. Quindi armiamoci di phon e piastra e asciughiamo, spazzoliamo e copriamo con una bella fascia la “zona panettone” laterale.

Spuntare

Dobbiamo andare dal parrucchiere. Più spesso del solito e solo per sistemare il taglio. Attenzione, la richiesta deve essere quella giusta: “sto lasciando ricrescere i capelli, mi daresti una “spuntatina”?”. Basterà togliere le code sulla nuca, le punte di troppo e altre imperfezioni… E non fatevi fare la frangetta: non vale.

Decorare

Munitevi di mollettine e diventate creative. La fantasia e gli strass in questa fase possono esservi di aiuto. A proposito, avete già provato a farvi un half bun? Un elastico colorato e qualche colpo di sole con le ciocche colorate vi faranno fare un figurone e nessuno si accorgerà che state solo aspettando che i capelli ricrescano…

Rischiare con le extension?

In taluni casi, se proprio non riuscite a vedervi con le ciocche incolte e che non stanno bene in nessun modo, una strategia per “aggirare” l’ostacolo del tempo, sono le extension: con poche ciocche potreste valorizzare un taglio ancora corto ma non abbastanza lungo da essere abbastanza originale.

Rilanciare

Non vi fossilizzate sulla vecchia piega: provate qualcosa di nuovo. Aggiungete anche collane e orecchini al vostro look e cambiate make-up: con la primavera alle porte potreste restare piacevolmente sorprese di come un taglio in ricrescita possa essere spettinato al punto giusto.

Arrotondare: il caso bob

Se, infine, la vostra meta è il bob, iniziate a farvene uno cortissimo e alleggerite il taglio nei punti inutili come, in questo caso, sulla nuca. Anche se i capelli lunghetti sul collo sono tornati di moda, se volete un caschetto a tutti i costi potete chiedere al vostro parrucchiere di farvene uno corto come questo!