Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Estate 2017, gli itinerari da non perdere per chi ama l'archeologia [FOTO]

Società - 16 agosto 2017 Vedi anche: Viaggi e Vacanze

Ecco gli itinerari da non perdere per chi ama l'archeologia. Dalla Grecia a Roma, passando per il Perù e l'Inghilterra, eccoci pronti per un bagno di storia che emoziona.

Se la storia dell’umanità e i luoghi archeologici vi appassionano, ecco diversi itinerari da non perdere. L’estate, infatti, per chi ama l’archeologia è il momento ideale per fare il giro del mondo, o anche soltanto dell’Italia, che detiene una buona fetta del patrimonio culturale e archeologico del mondo.

Itinerari archeologici in Italia

In Italia, oltre a Pompei ed Ercolano, c’è la grande villa di Oplontis, che è stata seppellita durante l’eruzione del Vesuvio nel 79. Secondi alcuni si tratta della villa di Poppea, la moglie dell’imperatore Nerone, ma non è certo. Sicuramente è un edificio di dimensioni imperiali, con una piscina olimpionica e bellissimi giardini decorati.

Il Parco Archeologico di Paestum è un vero e proprio viaggio nel tempo tra le vicende di Greci, Lucani e Romani, dei loro eroi e delle loro divinità, mentre gli scavi di Ostia antica sono tra i meglio conservati in Italia: fu la prima colonia romana fondata nel VII secolo a.C. dal re di Roma Anco Marzio. Tra le rovine della città si sono conservate, insieme ai monumenti pubblici, numerose case di abitazione e strutture produttive, che ne fanno un’importante testimonianza della vita quotidiana antica.

Naturalmente, in Italia, tutta l’area di Roma antica è praticamente un tuffo di storia e siti archeologici che non possono mancare in un itinerario di questo tipo. In Italia, poi, c’è la culla dei templi e degli scavi: la Sicilia, dove a parte la Valle dei Templi di Agrigento, troviamo Solunte, Selinunte, Segesta e altre meraviglie archeologiche.

Itinerari archeologici in Europa

Partiamo dalla nazione in cui è nata la democrazia: la Grecia. Qui abbiamo, da vedere assolutamente, il Partenone ad Atene e Delfi. Il sito archeologico di Delfi è tra i più ricchi dell’umanità: famosissimo è il santuario di Apollo, sede del venerato oracolo di Delfi, ma le antiche mura del Recinto Sacro, lo stadio, il teatro, i thesauroi che si trovano lungo la Via Sacra, i templi ed il Museo in uno spettacolo naturalistico meraviglioso. Naturalmente la Grecia è ricchisima di siti archeologici!

Petra in Giordania è patrimonio dell’Umanità del UNESCO, dichiarata una delle sette meraviglie del mondo moderno. Detta anche la città rosa, Petra è scolpita nella roccia, ed è uno dei luoghi più magici che esistano al mondo.

Non fatevi poi scappare lo Stonehenge, il sito neolitico che si trova vicino ad Amesbury nello Wiltshire, Inghilterra, composto da un insieme circolare di grosse pietre erette conosciute come megaliti.

Itinerari archeologici nel mondo

Se poi volete proprio non farvi mancare nulla e per l’estate 2017 avete deciso di girare il mondo tra siti archeologici famosi, allora non potete non visitare Macchu Picchu, in Perù che viene anche chiamata “la Città perduta degli Incas”.

Molte sono le ipotesi sulla funzione di Machu Picchu, luogo circondato da un certo alone magico e mitologico: alcuni credono che sia stata in realtà una residenza estiva dell’imperatore che la costruì, altri, invece, a causa dei ritrovamenti di molte mummie di sesso femminile, credono che il complesso sia stato costruito come un Santuario dedicato alle Sacre Vergini del Sole. Quel che è certo è che Machu Picchu sia sicuramente legata al culto del Sole e degli astri e che sia stata abitata da esperti sacerdoti, con ottime conoscenze dei meccanismi celesti, come gli equinozi e i solstizi. Si ritiene infatti che Macchu Picchu sia stato anche un efficiente osservatorio astronomico.

Negli Stati Uniti, c’è Chaco Canyon, che comprende le “grandi case” costruite dai puebloani, di cui il Pueblo Bonito è il complesso più grande e famoso con ben 350 stanze a piano terra e le 35 camere cerimoniali.

In Cambogia le antiche rovine di Angkor sono considerate uno dei più grandi successi di ingegneria del genere umano. Si tratta del tempio khmer di forma rettangolare, circondato da un fossato e con cinque torri al centro conserva la storia archeologica di tutta la Cambogia.

Infine ma non per ultimi, i siti archeologici di Cina, in Birmania, in Turchia e in Egitto, dove però i recenti conflitti rendono difficile le visite ai siti archeologici.

Buon viaggio… nel tempo!

Leggi anche:

Milano: i luoghi nascosti e insoliti da visitare

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA