Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Stress sul lavoro: 5 consigli per combatterlo

Società - 17 maggio 2010 Vedi anche: Stress

Con l'arrivo della bella stagione si fa sentire sempre più l'accumulo dello stress dovuto alle condizioni di lavoro. Lo stress, infatti, è il secondo problema di salute legato all'attività lavorativa per quanto riguarda gli uomini, e il primo per quanto riguarda le donne (le figure professionali più colpite sono le insegnanti e le infermiere).

Interessa quasi un lavoratore europeo su quattro, e da studi condotti sul problema, emerge che una percentuale compresa tra il 50% e il 60% di tutte le giornate lavorative perse è dovuta allo stato di affaticamento.
Le cause principali sono:


  • elevate pressioni emotive esercitate sui lavoratori;

  • scarso equilibrio tra lavoro e vita privata;

  • aumento del carico di lavoro e del ritmo di lavoro;

  • innovazioni apportate alla progettazione, all’organizzazione e alla gestione del lavoro;

  • precarietà del lavoro.

La maggior tensione, infatti, si manifesta, quando le persone percepiscono uno squilibrio tra le richieste avanzate e risorse a loro disposizione.
Proprio a causa di questa situazione è stato creato un ACCORDO EUROPEO SULLO STRESS E SULLO STRESS LAVORO CORRELATO – 8/10/2004 -(http://www.sicurezzaonline.it/leggi/legmob/legmob20002009doc/legmob20002009acc/acc20041008.pdf).

Il cui obiettivo è offrire ai datori di lavoro e ai lavoratori un modello che consenta di individuare e di prevenire o gestire i problemi di stress da lavoro.
Per chi invece volesse trovare un piccolo aiuto più immediato, ecco 5 brevi suggerimenti su come attenuare, se non eliminare, lo stress sul posto di lavoro.

1. Ricordate i momenti gioiosi della vostra vita.
Tutti gli esseri umani hanno un rapporto molto forte col passato e, anche se ci sono eventi non troppo sereni, il cui ricordo spesso non dà una mano, pensare ad avvenimenti felici ed allegri del nostro passato può aiutare a “staccare la spina” per quei pochi secondi necessari a ritrovare calma e tranquillità.

2. Evitate i pensieri e gli atteggiamenti negativi.
Essere convinti di qualcosa ancor prima che ciò si manifesti è il modo migliore per farlo accadere. Pensare, parlare e agire positivo (o negativo) determina una forte influenza sul nostro subconscio e ciò aumenta tantissimo le probabilità che la nostra giornata, con tutti i suoi avvenimenti, si sviluppi in maniera positiva (o negativa).

3. Dedicatevi un po’ di tempo
Cercate di prendere delle pause, alzatevi dalla scrivania, bevete un caffè, camminate, uscite un po’ fuori a respirare dell’aria fresca.
Sono piccoli accorgimenti ma di grande importanza per riprendere un po’ di carica e tornare alla vostra mansione con più serenità.

4. Cercate piccoli cambiamenti
Stress e routine quotidiana vanno sempre a braccetto; perciò se potete cambiate percorso per raggiungere il posto di lavoro, modificate la disposizione degli oggetti sulla vostra scrivania aggiungete o togliete qualcosa che possa far notare una qualche differenza ad occhi e mente.

5. Non abbiate timore di chiedere aiuto
Se vi rendete conto che il vostro livello di stress è troppo alto e potreste esplodere da un momento all’altro, chiedete prima la comprensione dei vostri colleghi spiegando, senza vergogna, che state attraversando un momento difficile. Informate anche il vostro diretto superiore ed eventualmente rivolgetevi al vostro medico e ad uno psicologo.

E infine ricordate che l’ottimismo è il profumo della vita!

Articolo scritto da: Marta Levrero

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA