Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Colite ulcerosa, la dieta da seguire e i cibi da evitare

Salute - 27 settembre 2017 Vedi anche: Diete particolari, Disturbi e malattie

Conosciamo da vicino la colite ulcerosa, la dieta da seguire e i cibi da evitare per tenere sotto controllo i sintomi di questa malattia cronica.

La colite ulcerosa è una malattia infiammatoria cronica che colpisce l’apparato gastroenterico, e nello specifico la mucosa del colon e il retto. Insieme al morbo di Crohn rientra nelle malattie infiammatorie croniche intestinali.

I sintomi principali della colite ulcerosa sono dolore addominale, diarrea, febbre, perdita di peso, segni di malnutrizione e sanguinamento rettale.

Mai come in questo tipo di disturbo l’alimentazione riveste un ruolo fondamentale nella salute dei pazienti: è fondamentale che le persone affette da colite ulcerosa seguano una dieta sana ed evitino cibi che possano peggiorare i sintomi e la loro condizione fisica.

Proprio per garantire un buono stato di salute seguendo una dieta che possa aiutare a tenere sotto controllo i sintomi e prolungare il tempo che intercorre tra una riacutizzazione e l’altra, si consiglia di rivolgersi a un nutrizionista che, conoscendo la situazione del paziente, possa indicare la dieta più appropriata.

Ecco alcuni consigli alimentari per la colite ulcerosa, la dieta da seguire e i cibi da evitare per convivere con questo disturbo senza soffrire troppo e aggravare la situazione.

Dieta da seguire per chi soffre di colite ulcerosa

Nella dieta consigliata per la colite ulcerosa è preferibile ingerire cibi a basso contenuto di grassi perché l’assorbimento e la digestione dei grassi potrebbe essere faticosa. Questi elementi, infatti, possono contribuire a peggiorare alcuni disturbi intestinali, come la diarrea.

Potete consumare carni bianche o rosse magre, meglio se cotte al vapore o ai ferri, formaggi a pasta cotta, pane tostato, cracker, fette biscottate, e grissini, ma anche yogurt e alimenti probiotici, carote, finocchi, zucchine, melanzane e insalata.

È bene inserire nell’alimentazione fonti alimentari di Omega 3  e di glutammina, per sfruttare la potente azione antinfiammatoria di questi acidi grassi essenziali e per godere della funzione trofica di questo amminoacido sulla mucosa intestinale. Consumate quindi pesci magri e salmone, meglio se consumati lessi.

Inoltre si consiglia di fare piccoli pasti, consumando cinque o sei spuntini durante la giornata al posto di due o tre pasti abbondanti per facilitare la digestione e lo smaltimento del cibo.

È anche molto importante assumere molti liquidi ogni giorno per evitare la disidratazione che deriva dalla diarrea. Tra i liquidi preferite l’acqua, che rimane sempre la bevanda migliore.

Cibi da evitare per chi soffre di colite ulcerosa

In linea generale è meglio evitare alimenti grassi, come burro, margarina, formaggi fermentati, creme e cibi fritti. Nei momenti di infiammazione più acuta sono da limitare i cibi ricchi di fibre, come frutta, verdura fresca e cereali integrali. Se l’assunzione di verdura cruda provoca fastidio, si consiglia di provare la cottura a vapore, leggera e sana.

In particolare sono cavoli, broccoli, cavolfiori, fagioli, asparagi e barbabietole ad essere gli alimenti ricchi di fibre più problematici, seguiti da noci, semi e mais. Sono da limitare anche pesci grassi, crostacei e molluschi, uova e pane fresco. Da evitare poi i cibi piccanti e speziati, alcol, caffè e bevande gasate.

Leggi anche:

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA