Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

6 bevande che rovinano i denti: ecco quelle da evitare

Salute - 26 aprile 2018

Le bevande che rovinano i denti sono tante e sarebbero da evitare o, quanto meno, da limitare. Si tratta, infatti, di bevande che erodono lo strato superficiale dei denti oppure che li rendono gialli o spenti. Ovviamente non sono solo le bevande ad avere questo effetto; il fumo di sigaretta, ad esempio, danneggia ugualmente i denti, rendendoli scuri o gialli. Se a questo si associano anche le bevande che fanno male ai denti, il risultato non sarà di certo il massimo. Una delle bevande responsabili? Il caffè, che spesso si accompagna proprio alla sigaretta, ma non è la sola. Quali sono le altre?

Il vino rovina i denti

Anzitutto, il vino. Si sa che bere mezzo bicchiere di vino durante i pasti non è controindicato, ma può avere persino degli effetti benefici. Tuttavia, se tenete alla salute dei vostri denti, dovreste limitare l’assunzione di questa bevanda. Il vino, infatti, ha livelli di pH poco inferiori a 3 ed è per questo che è anche molto acido e potenzialmente erosivo. La conseguenza, quindi, è che questa bevanda contribuisce all’erosione della dentina, lo strato più superficiale dei denti. Il consiglio, dunque, è quello di consumare il vino con moderazione.

L’alcol tra le bevande che rovinano i denti

L’alcol, invece, riduce la produzione della saliva e provoca l’irritazione delle gengive, inoltre colpisce il tessuto morbido della bocca, causando lievi o gravi danni alla mucosa orale. Per questo motivo anche l’alcol può essere nocivo per la salute dei nostri denti e della bocca in genere. Nel caso dell’alcol, quindi, il consiglio è di limitarne l’assunzione al minimo. Le bevande alcoliche, infatti, oltre a causare danni alla salute della bocca, sono nocive anche per il benessere dell’organismo in genere.

Il tè può rovinare i denti

Il tè è particolarmente benefico per l’organismo. Secondo diverse ricerche scientifiche, infatti, contiene i tannini, sostanze antiossidanti che proteggono dall’invecchiamento precoce. Tuttavia anche il tè, se assunto in elevate quantità, può provocare il progressivo ingiallimento dei denti. L’effetto è potenziato se si aggiunge del limone.

Il succo di limone è dannoso per i denti

Il succo di limone e le bevande acide in genere, come il succo di arancia, il succo di pomodoro e i succhi di frutta, sono particolarmente acide; per questo hanno l’effetto di corrodere la dentina, lo strato superficiale dei denti. Una volta erosa questa parte le conseguenze possono essere diverse; nella maggior parte dei casi si manifesta sensibilità gengivale, quella fastidiosa sensazione che avvertiamo quando consumiamo bevande calde o fredde. E’ proprio l’erosione dello strato superficiale dei denti, infatti, a causare tale disturbo.

Bevande che rovinano i denti: il caffè

Il caffè e le bevande che hanno un colore scuro in genere possono causare un progressivo ingiallimento dei denti. L’effetto è potenziato se al caffè si associa il fumo di sigaretta. Questa accoppiata è particolarmente lesiva per la salute de nostri denti: non è un caso che chi fuma e beve caffè smodatamente abbia spesso la dentatura più giallastra del normale.

La cola rovina i denti

La cola e le altre bevande zuccherate andrebbero limitate perché gli zuccheri sono i maggiori responsabili della carie. Dopo aver consumato bevande dolci, quindi, si consiglia di lavarsi i denti. Per salvaguardare la salute dei nostri denti, poi, si consigliano dei controlli periodici dal dentista, almeno una volta ogni sei mesi.

Leggi anche:

7 cibi che indeboliscono i denti
Alitosi, come combatterla

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA