Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

4 consigli per superare un attacco di ansia

Salute - 5 aprile 2018

Capita a tutti di attraversare un periodo pesante. Cosa fare quando lo stress viene somatizzato sotto forma di ansia e attacchi di panico? Bisogna reagire! Proviamoci con questi 5 consigli per superare un attacco di ansia.

Avete mai sofferto di attacchi d’ansia improvvisi? Probabilmente, complice lo stress perenne che accompagna le nostre giornate, sarà capitato a tutti di attraversare un periodo particolarmente carico d’ansia o di soffrire improvvisamente di attacchi di ansia notturni. Può capitare anche se non c’è alcuna causa apparente o se vi sentite particolarmente rilassati: spesso l’ansia arriva anche senza nessun preavviso. Dunque ecco i nostri 4  consigli per superare un attacco d’ansia.

Attacchi di ansia: sintomi e cause possibili

Gli attacchi d’ansia sono spesso definiti attacchi di panico, mentre l’ansia in senso stretto è uno stato che permane e che poi sfocia in determinate circostanze nel cosiddetto attacco di panico. Gli attacchi di ansia come si manifestano? I sintomi sono molto comuni e li conosciamo tutti; per quanto riguarda le cause la questione si complica perché può trattarsi di un problema circoscritto, ma anche semplicemente di un modo di somatizzare lo stress. In questi casi è comunque consigliabile parlarne con un esperto. Per quanto riguarda gli attacchi d’ansia, i sintomi fisici i più comuni sono tachicardia, sudorazione e sensazione di brividi, spesso anche oppressione al petto, paura e giramenti di testa.

Attacchi di ansia, cosa fare?

Partiamo dal presupposto che quando l’attacco d’ansia arriva lo fa a sorpresa e non abbiamo mezzi e modi per capirlo, dunque dobbiamo cercare di combatterlo e gestirlo finchè pian piano non passa. Dunque per non lasciarvi prendere ulteriormente dal panico provate a fermarvi e a sedervi, chiudendo gli occhi.

Accettare l’attacco di panico

L’ansia viene definita attacco di panico nel momento in cui esplode e si presenta con i sintomi sopra elencati. La prima cosa da fare è accettare che un caso del genere possa manifestarsi, perché purtroppo è impossibile prevenirlo o opporsi. Bisognerebbe cercare a riconoscere i segnali dell’ansia e ad accettarli in modo tale da non farsi cogliere troppo di sorpresa.

Controllare la respirazione

La respirazione in questi casi è fondamentale: in queste situazione l’obiettivo è rallentarla, altrimenti i sintomi dell’attacco di panico possono peggiorare molto velocemente. Bisogna concentrarsi sulla respirazione, cercando di prendere fiato lentamente mettendosi in una posizione comoda. Il controllo della respirazione in caso di attacchi di ansia è tra i rimedi più efficaci.

Parlare con se stessi

Bisogna gestire l’attacco d’ansia ammettendo con se stessi di soffrirne, ma bisogna anche in un certo senso ragionare e parlare con se stessi: è un modo per razionalizzare ciò che avviene durante un attacco di panico. Questo è sicuramente un modo per controllarlo!

LEGGI ANCHE:

5 consigli utili per gestire l’ansia nei bambini

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA