Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Pilates, tutti i benefici per la postura e per la salute

Salute - 11 settembre 2017

Sport e fitness: Pilates, tutti i benefici per la salute e la postura e le controindicazioni da tenere in considerazione legate a questa disciplina. Posizioni che ricordano lo Yoga e tanto esercizio per il busto: ecco cosa sapere sul Pilates!

Le filosofie orientali hanno il pregio di insegnarci come rispettare i tempi di mente e corpo e permettere loro di lavorare in armonia; per questo motivo, con ogni probabilità, il tedesco Joseph Pilates si ispirò alle regole orientali per creare un’attività fisica che unisse respirazione, concentrazione e ginnastica dolce. Molte delle posizioni del metodo Pilates richiamano le asana dello Yoga, pur presentando delle differenze in fatto di respirazione, dunque se amate questa disciplina il Pilates integrerà l’attività in questo senso. Vediamo nel dettaglio quali quali sono i benefici per la postura e la salute del Pilates.

Pilates: benefici per salute e postura

Il Pilates viene usato per integrare terapie fisioterapiche e posturali poiché permette di rinforzare la muscolatura e, dunque, riallineare la colonna vertebrale. Il Pilates, infatti, mira principalmente a rinforzare la zona del busto (adduttori, addome, zona lombare e i glutei) e a trarne giovamento è senza dubbio la schiena. Grazie a movimento fluidi, decisi ma mai bruschi, respirazione concorde con i movimento e molta concentrazione, il Pilates permette di tonificare e rafforzare la muscolatura e modellare il corpo, ma anche di aiutare la mente a restare focalizzata sul momento. I benefici per la postura del Pilates, dunque, sono innegabili e dopo qualche seduta di allenamento le posizioni corrette, anche nella vita quotidiana, diventeranno naturali. Tanti i vantaggi per la salute, come il calo dei dolori lombari, ma anche di quelli legati a gambe, braccia e cervicale, poiché il Pilates permette uno stretching dolce ma costante ed efficace. Ottima resa anche a livello mentale, grazie alla necessità di concentrazione che permette di imparare a focalizzarsi sul momento e a mettere da parte ansie e stress. La capacità di concentrazione è decisamente in calo, specie con l’avanzata degli smartphone che in pochi secondi ci aiutano a trovare quello che ci occorre: il Pilates riequilibra la capacità di memorizzare e focalizzare le informazioni. Anche l’aspetto estetico migliora grazie al Pilates: gli sforzi muscolari importanti permettono di modellare tutto il tronco, glutei compresi.

Pilates: le controindicazioni

Il Pilates non presenta controindicazioni per le persone in piena salute ma, se avete dubbi, chiedete ad un medico sportivo e rivolgetevi sempre ad un istruttore di metodo Pilates di comprovata serietà. In generale, il Pilates è da evitare se avete contratture momentanee (potrete praticarlo a contratture risolte!), a chi presenta patologie particolari alla colonna vertebrale e alle donne in stato di gravidanza. A tutte queste persone il Pilates non è vietato, ma deve essere controllato caso per caso e, soprattutto, vanno adottate posizioni adatte allo stato di ognuno.

ALTRE INFORMAZIONI SUL PILATES? POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Pilates, gli esercizi da fare in casa

Pilates, esercizi semplici per avvicinarsi al metodo

Articolo scritto da: Elisa

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA