Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Quella tristezza che colpisce dopo il parto si chiama Baby Blues

Mamma - 14 luglio 2009 Vedi anche: Gravidanza e Parto

In America la chiamano Baby Blues, in Italia depressione post partum. La Baby Blues è un disturbo nervoso molto frequente fra le neomamme.

Colpisce circa il 70% delle madri a partire da 3-4 giorni dopo il parto e si manifesta con i sintomi tipici di una crisi depressiva (disturbi dell’umore, crisi improvvise di pianto e tristezza, inappetenza, affaticamento, insonnia o incapacità a rimanere sveglie) a cui si somma un profondo senso di inadeguatezza verso il ruolo di mamma e la paura di far del male al proprio bambino.

Le cause che possono provocare la depressione post partum sono molteplici. Il profondo cambiamento dei livelli ormonali dopo il parto (il calo di estrogeni e di progesterone) crea inevitabili risvolti sull’umore delle donne. Anche il fattore psicologico è fondamentale, la donna dopo la gravidanza, cambia definitivamente il proprio ruolo sociale passando da figlia a madre, inoltre deve gestire i cambiamenti del proprio corpo e le reali problematiche, spesso sconosciute, di gestire la vita del nuovo arrivato. Una neomamma, soprattutto se alla sua prima maternità, non sa spiegarsi ne porre rimedio ai pianti ed agli strilli del proprio bambino, è affaticata dai nuovi ritmi di vita e dalle notti in bianco e per questo spesso cade nello sconforto.

Esistono diverse forme di depressione post partum, che cambiano per durata ed intensità. Fortunatamente la maggior parte delle donne risolve il problema in pochi giorni, semplicemente con l’aiuto e l’appoggio dei propri familiari e specialmente del partner. Solo nei casi più gravi la malinconia (blues, per l’appunto) si trasforma in una vera e propria depressione o addirittura in psicosi. In questi casi la madre può diventare pericolosa per sé e per il proprio neonato, è quindi diventa necessario un intervento medico e l’utilizzo di farmaci antidepressivi.

Se state per diventare mamme comunque non allarmatevi. Avere un figlio è un’esperienza meravigliosa, anche se di sicuro vi sconvolgerà la vita. Non aspirate ad essere perfette, per quanti libri possiate aver letto la prima maternità vi troverà sempre impreparate. E se vi sentite improvvisamente tristi senza un motivo, consolatevi pensando che anche la bellissima e famosa Katie Holmes ha sofferto di baby blues dopo la nascita della piccola Suri Crouise.
Il segreto per vivere la maternità in modo sereno è imparare a chiedere aiuto. Il vostro compagno, la vostra famiglia, i vostri amici vi aiuteranno a superare i momenti più difficili e a ritrovare la gioia di essere madri.

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA