Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Shiatsu in gravidanza, i benefici e i punti da evitare

Mamma - 21 agosto 2017

Siete in dolce attesa e cercate un modo per distendere i muscoli ma anche lo spirito? Il massaggio Shiatsu in gravidanza ha molti benefici, anche se ci sono dei punti da evitare. Ecco tutto quello che dovete sapere in merito!

Lo Shiatsu in gravidanza non è, come erroneamente molti sostengono, un banale massaggio poiché l’obiettivo non è soltanto quello di un rilassamento muscolare, ma consente anche di trovare un equilibrio psicofisico. Dunque scopriamo quali sono i benefici del massaggio Shiatsu in gravidanza e i punti da evitare.

Lo Shiatsu è una disciplina giapponese che si basa sulla pressione verso alcune terminazioni nervose disposte lungo linee chiamate meridiani. Tale pratica mira al rilassamento, sia fisico che mentale, e all’aumento dell’energia positiva all’interno dell’organismo. Non facendo uso di alcun tipo di sostanze non esistono praticamente controindicazioni.

I benefici dello Shiatsu in gravidanza

I benefici dello Shiatsu in gravidanza sono davvero innumerevoli poiché questo periodo della vita rappresenta per ogni donna un enorme cambiamento sia fisico che psicologico. Attraverso sedute mirate e affidandosi a mani esperte è possibile attenuare alcuni disturbi quali mal di schiena, mal di testa, ansia, sciatica, insonnia ed altri malesseri diffusi.

Attraverso la sapiente manipolazione delle terminazioni nervose è possibile alleviare dolori muscolo-scheletrici spesso causati da forti momenti di stress. L’equilibrio si ottiene anche attraverso una maggiore consapevolezza dell’importanza della respirazione o ricorrendo allo stretching, una pratica poco utilizzata ma di grosso impatto benefico su tutto il corpo.

I punti da evitare nello Shiatsu in gravidanza

I punti da evitare nello Shiatsu in gravidanza non sono numerosi: a scopo puramente precauzionale si sconsiglia di soffermarsi sulle zone che ospitano il feto. Tale attenzione è necessaria per evitare complicazioni laddove, eventualmente, sussistano condizioni di pericolo, seppur minimo, per l’avanzare della gravidanza.

LEGGI ANCHE:

Il massaggio perineale in gravidanza, come si fa

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA