Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Gravidanze ravvicinate: tutti i pro e i contro

Mamma - 16 marzo 2017 Vedi anche: Gravidanza e Parto, Maternita'

Gravidanze ravvicinate: tutti i pro e i contro! Siete diventate mamme da poco e già sognate il secondo figlio? Se sentite il desiderio di una seconda gravidanza a distanza ravvicinata dalla prima non dovete preoccuparvi troppo, perché è una cosa che capita a molti neo-genitori. Ma quali sono i vantaggi e gli svantaggi nell’avere una gravidanza ravvicinata?

Pro delle gravidanze ravvicinate

Pro: sarete preparate sul da farsi
Uno dei principali vantaggi nell’avere una gravidanza ravvicinata è quello di essere perfettamente preparate su ciò che riguarda la gestazione, il parto ed il puerperio. Con il bebè appena arrivato, infatti, avrete una certa dimestichezza nell’accudirlo nonché tutto l’occorrente per occuparvi al meglio del piccolo di casa. Potrete riciclare sicuramente alcuni indumenti o accessori del corredino!

Pro: i vostri figli cresceranno insieme
Se volete che il vostro piccolo non rimanga figlio unico potete ricercare subito una seconda gravidanza ravvicinata. In questo modo i bambini saranno praticamente coetanei, potranno giocare insieme e naturalmente, col passare degli anni, cresceranno insieme felicemente.

Contro gravidanze ravvicinate

Contro: dovrete seguire entrambi i pargoli
La vera difficoltà legata alle gravidanze ravvicinate sarà riuscire a conciliare i ritmi dei vostri pargoli, che avranno entrambi bisogno di attenzioni e premure da parte vostra. Questa missione è difficile ma di certo non impossibile per la neo mamma alle prese con due bambini piccoli. Se proprio non ce la fate da sole, fatevi aiutare da amici, parenti e ovviamente dal papà!

Contro: occorre un maggiore impegno per la mamma se ancora allatta il primogenito
Avete timore che la nuova gravidanza ostacoli l’allattamento del primogenito? In effetti si consiglia di aspettare che la mamma abbia completato l’allattamento del primogenito, ma è anche vero che si può allattare il proprio bambino anche mentre si aspetta un secondo figlio.

Contro: mancanza di tempo per la vita lavorativa e privata
I primi mesi alle prese con i pargoli avuti a distanza ravvicinata saranno molto impegnativi, specialmente se deciderete di allattare e prendervi cura da sole di entrambi i bambini. Se avete la possibilità potreste anche pensare ad un aiuto, anche solo per le faccende domestiche, per riuscire a rispondere alle esigenze dei bambini, alle esigenze lavorative e della vostra vita privata. Infatti, se la vostra vita di coppia è stata rivoluzionata dall’arrivo di un figlio, l’arrivo del secondo vi porterà altri cambiamenti.

Contro: potranno manifestarsi delle piccole gelosie
Allo stesso tempo considerate però anche che, nonostante tutte le attenzioni che riserverete ad entrambi i vostri figli, potranno comunque manifestarsi degli atteggiamenti nuovi dovuti alla gelosia del primogenito nei confronti del fratellino.

Rischi gravidanze ravvicinate

Ci sono dei rischi per una gravidanza ravvicinata?
Generalmente si consiglia di aspettare più di un anno per programmare una seconda gravidanza. I ginecologi spesso consigliano di prendersi una pausa di uno o due anni, in relazione ai casi, tra il primo ed il secondo figlio, soprattutto per salvaguardare la salute del secondogenito.

Avere gravidanze molto vicine non sempre è sicuro ed il secondogenito rischia di essere affetto da autismo, ecco perché i medici consigliano di aspettare almeno un paio d’anni prima di pensare ad una seconda gravidanza. La donna, infatti, ha bisogno di un certo periodo di tempo per ritrovare l’equilibrio fisico e psichico dopo una gravidanza e anche l’utero ha bisogno di recuperare la sua fisiologia muscolare ottimale, specialmente se la madre ha avuto un parto cesareo. Nei casi di parto naturale potrebbero bastare anche soltanto 10 o 12 mesi per programmare una seconda gravidanza, ma la maggior parte dei ginecologi consigliano di aspettare un po’ di più.

Ci sono rischi per la salute della mamma e del bebè?
Qualche volta accade, però, che la seconda gravidanza effettivamente non sia stata pianificata. In questi casi bisognerebbe farsi seguire da un ginecologo che monitori tutto il percorso della nuova gravidanza, al fine di evitare rischi sia per il piccolo che per la mamma, che rischia di sviluppare un’anemia durante la gravidanza o di subire le conseguenze di una depressione post-partum. Dunque, se il medico vi consiglia di prendervi una pausa e di posticipare la seconda gravidanza, fatelo per voi stesse e per la salute del vostro bambino.

Leggi anche:
Gravidanze ravvicinate, rischi per la mamma e per il bebè
Gravidanza tardiva, avere un figlio a 40 anni

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA