Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Olio di mandorle in gravidanza: quando cominciare a metterlo e come applicarlo

Mamma - 6 marzo 2017 Vedi anche: Problemi comuni in Gravidanza

L'olio di mandorle in gravidanza: quando cominciare a metterlo e come applicarlo ? Ecco qualche consiglio per usare questo prodotto perfetto per le mamme in dolce attesa.

Durante la gravidanza i cambiamenti ormonali e la crescita del pancione possono provocare sulla pelle di tutto il corpo effetti come acne, pelle secca, smagliature o altri disagi che richiedono massaggi e cure. Zone del corpo come braccia e gambe, cosce e soprattutto addome hanno bisogno di cure cosmetiche che, come è noto, devono essere specifiche per la gravidanza.

L’olio di mandorle in gravidanza è generalmente considerato sicuro, ma è meglio avere cautela prima di utilizzarlo, specie perchè si potrebbe avere una allergia alle mandorle o altra frutta secca di cui non si sospetta. Una volta appurato di non essere allergiche alle mandorle, questo olio può essere usato in tutta tranquillità, senza tuttavia esagerare e consultando preferibilmente il medico di fiducia e l’erborista.

Da quando cominciare ad usare l’olio di mandorle in gravidanza?

Usare l’olio di mandorle per fare i massaggi può essere utile già dal 4°-5° mese di gestazione perchè la pancia comincia ad allargarsi e la pelle a stirarsi. Sarebbe invece bene diminuire i massaggi e la dose di olio di mandorle verso la fine della gravidanza. Sì anche all’uso di prodotti specifici, magari formulati per la gravidanza, che non contengano additivi o parabeni.
Consideriamo, infatti, che da punto di vista commerciale potrebbero essere molti i prodotti che vanno sotto il nome di olio di mandorle, quindi è meglio sceglierne uno specifico per l’uso in gravidanza.
Inoltre è anche bene sapere che una ricerca dell’Università americana ha esaminato dei casi di parto pretermine, correlando tale evenienza all’uso di olio di mandorle in gravidanza. La ricerca avrebbe poi dimostrato che ci sono determinati olii di mandorle particolarmente carichi di vitamine e principi attivi che avrebbero indotto tale fenomeno. Quindi… attenzione al prodotto che scegliete.

Come applicare l’olio di mandorle

L’olio di mandorle è un emolliente per ogni parte del corpo e applicarlo sulla pelle umida dopo il bagno o la doccia può aiutare a prevenire le smagliature della gravidanza. Per sentirvi sicure al 100%, potete già provare ad usarne un po’ su una zona come le gambe per escludere l’allergia e, se poi siete perfettamente a vostro agio, usare l’olio sia sotto la doccia sia a secco, sulle zone che tendono alle smagliature in gravidanza.

Utilizzato su tutto il corpo, specie sui punti critici come la pancia, i fianchi, i glutei e il seno, grazie alla sua composizione dolce, l’olio di mandorle ha effetti emollienti, rinfrescanti e tonificanti durante tutta la gravidanza.

Dopo il parto, invece, l’olio di mandorle viene usato per guarire le ferite del epistomia.

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA