Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Carnevale, cosa fare se il bambino non si vuole travestire?

Festività - 10 febbraio 2017

Carnevale: cosa fare se il bambino non si vuole travestire? Il Carnevale è una festività che i bambini amano molto: coriandoli, stelle filanti, maschere, dolciumi e ovviamente la possibilità di travestirsi con i costumi dei loro personaggi o eroi preferiti. Ma cosa fare se i bambini rifiutano di festeggiare e di mascherarsi?

Non di rado capita che i più piccoli non vogliano travestirsi il giorno di Carnevale. Questa reazione dei bambini può dipendere da diversi fattori emotivi che possono instaurarsi per diverse ragioni o motivi: paura delle maschere, ansia, agitazione, eccessiva timidezza del bambino, capriccio, disagio o rifiuto per le feste che generano confusione o fervore eccessivo.

Ma allora cosa fare se il bimbo non vuole travestirsi a Carnevale? Innanzitutto è bene non forzare il bambino a mascherarsi: se non vuole farlo potrà ugualmente partecipare ad una festa in maschera e giocare o divertirsi con gli altri bambini. Perciò, anche se vostro figlio non vuole mascherati, potrà comunque lanciare i coriandoli e le stelle filanti o magari indossare una maglia o cappellino colorato oppure truccarsi il viso disegnando ad esempio un un fiore o un altro disegno.

E’ fondamentale scegliere anche un costume di Carnevale che piaccia al bambino e che lo metta a proprio agio. Si consiglia quindi di sceglierlo insieme a lui, assecondando in ogni caso i suoi gusti e le sue volontà. Inutile, dunque, far indossare al piccolo un costume che piaccia solamente ai grandi: se si ha qualche incertezza si può farlo provare e indossare qualche giorno precedente alla festa per vedere la reazione del bimbo. In tal modo si eviterà di acquistare un costume di Carnevale inutilmente o magari un travestimento che spaventa o non piace al bambino. Per preparare il bimbo a questa festa si potrà poi fargli indossare o magari disegnare delle maschere a casa, per giocare con lui e prepararlo all’evento.

In ogni caso è importante capire il motivo del suo rifiuto al travestimento. Se ad esempio è stata organizzata una festa di Carnevale a scuola o una festicciola in casa e vostro figlio esprime la volontà di non mascherarsi è importante cercare di capire da cosa dipenda questo rifiuto. Spesso, ad esempio, i bambini non amano farsi notare e mascherarsi equivale invece ad attirare l’attenzione. In altri casi, poi, il bambino può rifiutarsi di travestirsi per semplice capriccio o contraddizione verso i genitori oppure perché si è verificato in precedenza un evento spiacevole legato a questa festa. Può essere utile quindi spronare il piccolo ad apprezzare questa festività, magari facendogli conoscere o disegnare delle maschere di Carnevale tradizionali (Arlecchino, Pulcinella, Pantalone, Colombina ecc…). Infine, se il bambino non ama particolarmente questa festa può darsi che crescendo cominci ad apprezzare il Carnevale con gradualità e col passare del tempo.

Leggi anche:
Travestimenti di Carnevale: ecco come realizzare un costume da supereroe
Costumi di Carnevale per bambini 2017: le proposte più originali

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA