Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Dai Babagnei a lo Zelten, ecco i piatti del Trentino da assaggiare almeno una volta nella vita [FOTO]

Cucina - 1 marzo 2018 Vedi anche: Ricette regionali, Tipi di cucina

Un menù di piatti del Trentino da assaggiare almeno una volta nella vita: non solo strudel ma anche Babagnei al vino rosso, Canederli e lo Zelten.

Eravate al corrente di quanti sono (e di quanto sono buoni) i piatti  del Trentino? E sono davvero da assaggiare almeno una volta nella vita? Squisite ricette tirolesi, primi piatti, antipasti, secondi e dolci trentini divenuti famosi in tutto il mondo come l’amatissimo strudel, ma non solo! Dalla Val di Non alla Val di Ledro, ecco i piatti del Trentino da assaggiare almeno una volta nella vita!

Babagnei al vino rosso

E’ uno degli antipasti trentini più noti. I babagnei sono lumache giganti che vengono raccolte nei boschi umidi del Trentino, vengono accompagnate da patate e prezzemolo cotte in un guazzetto al vino rosso e si annoverano sicuramente tra i piatti del Trentino da assaggiare almeno una volta nella vita.

Canederli

Ormai conosciuti e amati praticamente in tutto il mondo, i canederli sono uno dei primi piatti trentini più famosi, consumati spesso come piatto unico. Si possono fare in brodo, al formaggio, al baccalà, agli spinaci e chi più ne ha più ne metta!

Caponec

Si tratta di un piatto tradizionale tramandato in Val di Ledro che si prepara spesso nelle sagre e che prevede un impasto di pane e formaggio da arrotolare e cuocere dentro le foglie di vite. Una vera golosità trentina da assaggiare!

Carne salada alla Trentina

Piatto tipico dell’Alto Garda, è uno squisito antipasto trentino che si trova spesso sulle tavole dei rifugi montanari. In questa ricetta tirolese un coscia di vitellone viene lasciata macerare per circa 20 giorni in un mix di sale grosso e spezie tra cui rosmarino, buccia di limone, alloro, vino bianco, ginepro, aglio e pepe e consumato in fette sottili.

La Lucanica del Trentino

E’ un tradizionale salume trentino la cui ricetta si tramanda da secoli. Da assaggiare almeno una volta nella vita le varianti stagionate con la carne di cavallo, con carne di capra, tipica della Val di Fiemme o con carne di struzzo trentino, prodotta in Valsugana. La Lucanica fresca è l’ingrediente classico dei canederli, del tonco de pontesel e dello smacafam.

Gli Strauben (o Straboli)

Sono squisiti dolci tipici del Trentino Alto Adige dove una pastella viene fatta cadere da un’imbuto di ferro nell’olio bollente a forma di chiocciola. Grandi e piccini si incantano a guardare le contadine locali intente in questo affascinante rituale!

Peverada Trentina

Anche detta povertà, è una pietanza tipica di origine medievale realizzata con pane raffermo grattugiato, cipolle, lucanica, pepe e sale.

Lo Sguazet

Nota e buonissima ricetta tirolese, è uno stufato di frattaglie di cuore, fegato e polmoni ed è sicuramente un’altro dei piatti del Trentino da assaggiare almeno una volta nella vita.

Smacafam

E’ un tipico antipasto trentino. Si tratta di una specie di focaccia, letteralmente “schiaccia fame”, e si prepara arricchendo l’impasto con la pasta di Lucanica, la salsiccia locale. Morbida all’esterno, forma una deliziosa crosticina croccante esternamente.

Strangolapreti

Da non confondere con gli strozzapreti, gli strangolapreti sono degli gnocchetti agli spinaci molto gustosi e sani. Il bello di questo piatto è la sua leggerezza perchè sono già buoni anche solo se saltati con burro e salvia.

Strudel

Inutile descriverlo, basta pensare che il dolcissimo “vortice” di mele (strudel significa appunto “vortice” in tedesco) si prepara da tempi antichissimi: pare sia nato infatti con gli Assiri nel VIII sec. a.C. tramandato fino ad oggi.

Lo Zelten

Dolce natalizio tipico del Trentino Alto Adige, è una divertente torta arricchita da tanta frutta secca bagnata con il rum e tutta rivestita di mandorle pelate.

Ma non finisce mica qui! Sono altri buonissimi secondi piatti trentini da provare il tonco de pontesel, la trota nel manipol, il patugol con le ciughe, il capriolo cucinato alla trentina.

E ancora, altre paste trentine sono gli spatzli verdi e gli schlutzkrapfen. Piatti antichi e poveri: la panada trentina, nient’altro che una zuppa di pane e olio, l’orzetto alla trentina la genuina zuppa di orzo perlato, la polenta pastizada (o smalzada).

E per chiudere in bellezza, dolce tipico del trentino da assaporare magari dopo un bel trekking sulle valli, sono le deliziose frittelle di mele!

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA