Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Tutto sulla vinaigrette: come farla e 5 varianti

Cucina - 12 ottobre 2017 Vedi anche: Cucina vegetariana, Insalate, Ricette low-fat, Ricette per menu, Ricette sfiziose, Ricette veloci, Tipi di cucina, Trucchi e consigli in cucina

Cucina e ricette: tutto sulla vinaigrette, ecco come farla e 5 varianti gustose, perfette per condire insalate, carni bianche e rosse. Vediamo come prepararla e cosa aggiungere per creare ottime varianti.


  • La vinaigrette è un condimento d’origine francese utilizzato per insaporire le insalate e marinare le carni. La sua ricetta base prevede l’uso di tre ingredienti: l’olio extravergine di oliva, l’aceto e il sale. Occorre emulsionare insieme 2/3 di olio e 1/3 di aceto, aggiungendo poi il sale. Mixare bene le dosi degli ingredienti, nonostante siano così pochi, è importante: i sapori infatti devono creare un’unione riuscita, nella quale sia l’olio che l’aceto siano perfettamente distinguibili ma nessuno dei due prenda il sopravvento. Inoltre, ricordate: l’olio va aggiunto sempre per ultimo! La classica vinaigrette si presta anche ad alcune varianti: scopriamo le più gustose e come prepararle.
  • aceto mele

    1) Vinaigrette all’aceto di mele: l’aceto di mele ha un sapore più delicato rispetto al classico aceto di vino, dunque se volete dare un tocco chic alla vostra insalata o marinare le carni bianche, più delicate, potete optare per questa variante che vede l’uso di 2/3 i olio extravergine di oliva e 1/3 di aceto di mele.

  •  

    spezie

    2) Vinaigrette speziata: alla ricetta base della vinaigrette potete aggiungere delle spezie che diano un sapor più spiccato. Cumino e curcuma si sposano bene sia con l’olio che con l’aceto, ma non sono le uniche spezie che è possibile usare. Molto dipende dai vostri gusti e dall’uso dell’emulsione: per le carni rosse potete scegliere anche bacche e chiodi di garofano, per quelle bianche è preferibile restare su spezie non troppo intense, per non coprire i sapore del pollame.

  • aromi

    3) Vinaigrette agli aromi: preparate l’emulsione di olio e aceto di mele, aggiungete un cucchiaino di miele e poi rosmarino, menta, timo, pepe, erba cipollina e un quarto di spicchio di aglio. Potete usare gli ingredienti completamente polverizzati oppure lasciando gli aghi di rosmarino e rimuovere il quarto di aglio un volta pronta la salsa, prima di consumare i piatti.

  • citronette

    4) Vinaigrette al limone: la vinaigrette preparata sostituendo l’aceto con il limone prende il nome di citronette e viene utilizzata per condire insalate e carni bianche, oltre per la marinatura delle stesse. Il limone rende la salsa più delicata e più fresca, ma è importante aggiungere l’olio alla fine, e mescolare poi con cura.

  •  

    senape vinaigrette

    5) Vinaigrette alla senape: la vinaigrette alla senape si prepara con la ricetta base della vinaigrette e l’aggiunta di un cucchiaio colmo di senape di Digione. Aggiungete un pizzico di sale con molta parsimonia, la senape è già molto saporita. Questa variante di vinaigrette è perfetta per verdure crude, magari tagliate a bastoncino, poi per le insalate e le carne bianche, oltre ad alcuni tipi di pesce.

Articolo scritto da: Elisa

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA