Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Cinema e cucina: le ricette dei piatti più amati dal commissario Montalbano [FOTO]

Cucina - 14 marzo 2017 Vedi anche: Ricette dolci, Ricette per menu, Ricette primi piatti, Ricette regionali, Tipi di cucina

Per chi ama stare tra i fornelli, ecco le ricette dei piatti più amati dal commissario Montalbano per un ottimo menù ispirato alla tradizione siciliana. Dagli arancini al sugo alle triglie fritte, passando per la caponatina alla siciliana alla pasta con le sarde, ecco tante idee sfiziose per portare in tavola i gusti del famoso commissario.

Quanti sono i piatti preferiti del commissario Montalbano? Davvero un’infinità! Caponatina, Pasta ‘ncasciata a’ missinisi, pasta ‘a Norma, caciocavallo passuluna e alive, anilletti ‘u furnu, purpitelli cu sugu, sfinciuni e tantissime altre specialità della tradizione siciliana.
Il commissario Montalbano, personaggio ideato dallo scrittore Andrea Camilleri e interpretato nella serie tv da Luca Zingaretti, è un vero appassionato di cucina e ama moltissimo godere a pieno dei piaceri della tavola, soprattutto se si tratta di piatti tipici siciliani.

Se anche tu ami la cucina siciliana e il commissario Salvo Montalbano, non puoi far altro che prendere ispirazione dalle ricette che ti proponiamo oggi, sia qui che nella gallery, per preparare un menù che Montalbano apprezzerebbe. Ecco le ricette dei piatti più amati dal commissario Montalbano da provare!

Caponatina – Caponata alla siciliana

Ingredienti:

1 kg di melanzane
300 gr di pomodori pachino
100 gr di olive verdi
50 gr di cappero sotto sale
30 gr di pinoli
20 gr di uva sultanina
1 cuore di sedano
1 cipolla
1 mazzetto di basilico
1 cucchiaio di zucchero
1 bicchiere di aceto bianco
olio di oliva extravergine q.b.
olio per friggere  q.b.
sale  q.b.
pepe  q.b.

Procedimento:

Per preparare la Caponatina di verdure inizia incidendo i pomodorini con due tagli a croce e facendoli sbollentare in acqua bollente per qualche secondo per togliere agilmente la buccia. Intanto metti a bagno l’uvetta per 10 minuti in acqua tiepida, poi scolala e strizzala. Prendi i capperi, sciacquali sotto l’acqua fredda corrente e poi lasciali a bagno per circa 5 minuti. Ora tosta i pinoli in una padellina.

Prendi le melanzane, lavale, asciugale e tagliale a cubetti di 2 cm, lasciandole in acqua fredda salata per circa mezz’ora. Pulisci il cuore di sedano e taglialo a rondelle, tenendo anche qualche ciuffetto più tenero. Lava tutte le verdure e scottale in acqua bollente per 2 minuti. Sbuccia la cipolla, tritala e falla appassire in una padella con 3 cucchiai di olio.

Unisci la polpa dei pomodorini e lo zucchero, proseguendo la cottura per 5 minuti. Ora aggiungi i capperi, l’aceto, i pinoli, l’uvetta e le olive e fai cuocere per 10 minuti. Asciuga i cubetti di melanzana e friggili in abbondante olio caldo finché saranno ben dorati; scolali con una schiumarola e asciugali sulla carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.

Friggi ora anche il sedano nello stesso olio usato per le melanzane, passalo sulla carta assorbente e uniscilo al sugo di pomodoro insieme alle melanzane. Sala le verdure, aggiungi una macinata di pepe e prosegui la cottura per altri 10 minuti a fiamma abbastanza vivace, mescolando di tanto in tanto. Aggiungi le foglie di basilico spezzettate grossolanamente e togli la caponata alla siciliana dal fuoco, lasciandola raffreddare del tutto prima di servirla.

Anilletti ‘u furnu – Pasticcio di anelletti al forno

Ingredienti:

400 gr di  pasta di semola di grano duro
250 gr di piselli
250 gr di vitello macinato
100 gr di caciocavallo
30 gr di burro
1 carota
1 gambo di sedano
Mezza cipolla
1 mazzetto di basilico
mezzo bicchiere di vino bianco
8 dl di passata di pomodoro
olio di oliva extravergine q.b.
pane grattugiato q.b.
sale q.b.

Procedimento:

Gli Anilletti ‘u furnu sono una pasta al forno molto gustosa a base di carne, pomodoro e formaggio. Puoi iniziare a preparare gli aneletti al forno tritando cipolla, carota e sedano e rosolandoli con 3-4 cucchiai di olio. Unisci la carne trita, aggiungi il vino e fai evaporare, poi versa la passata di pomodoro, qualche foglia di basilico e i piselli. Prosegui la cottura del sugo per 30 minuti circa, tenendo la pentola coperta. Sala il sugo e lascia intiepidire.

Ora passa alla cottura della pasta avendo cura di scolare gli anelletti al dente; raffreddali sotto il getto di acqua fredda corrente e condiscili con il ragù alla siciliana e con circa 65 gr di caciocavallo grattugiato.

Prendi uno stampo, imburralo e cospargilo di pangrattato, poi aggiungi la pasta e finisci il piatto con un cucchiaio di pangrattato mischiato al caciocavallo rimasto. Cuoci in forno preriscaldato a 180° C per circa 35 minuti. Puoi servire il pasticcio di anelletti al forno caldo o appena tiepido.

Triglie fritte

Ingredienti:

8 triglie
100 gr di farina 00
pane grattugiato  q.b.
olio per friggere  q.b.
limone q.b.
sale  q.b.

Procedimento:

Inizia a preparare le triglie fritte squamandole ed eliminando le interiora; lavale e asciugale esternamente e internamente con della carta assorbente da cucina.

Ora infarina le triglie anche nella cavità addominale, togli la farina in eccesso scuotendole e friggile in olio ben caldo. Lasciale dorare qualche minuto da un lato, poi girale dall’altro.

Una volta ben dorate, scola le triglie fritte appoggiandole sulla carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso, salale e servile calde accompagnate da spicchi di limone e insalata mista fresca.

Leggi anche:

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA