Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

LO PSICOLOGO RISPONDE

Il Dottor Luca Mazzucchelli è psicologo, psicoterapeuta e giornalista pubblicista. E’ Fondatore del canale youtube "Parliamo di Psicologia", con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia. Ha partecipato a diverse trasmissioni televisive e radiofoniche e ha scritto un ebook per Sperling&Kupfer dal titolo "Prova a Cambiare".


La Dottoressa Valentina Guarasci è psicologa clinica, svolge attività da libero professionista a Prato, Camaiore e online. Fornisce consulenza psicologica e sostegno attraverso interventi individuali, di coppia e familiari. Lavora con bambini con DSA, pazienti oncologici e pazienti con DCA. E' coautrice del libro "La coppia strategica".

Paura di partire, che fare?

25 gennaio 2017

Domanda

Buonasera, tra un anno/ un anno e mezzo vorrei partire come ragazza alla pari in America. Obbiettivo: migliorare il mio inglese e vivere il mio sogno americano che ho sin da quando ero piccola. Sono andata in un’agenzia a informarmi sul tutto e sarebbero 12 mesi (+ un tredicesimo mese usato per viaggiare negli States) e ho tutti i requisiti per far questa esperienza.
Il mio problema fondamentale è la mia paura. Ho paura di non riuscirci a causa della nostalgia della mia mamma, della mia famiglia, delle amiche e di essere sola.
A pensare a queste cose mi viene già l’ansia ora … ecco ho proprio paura di arrivare là e cadere in depressione perché mi sento sola e in colpa di aver abbandonato i miei genitori !!
Avendo questa paura e pensandola così, secondo lei avrei abbastanza coraggio..o comunque.. riuscire a portare a fine quest’esperienza o no?
Stefi565

Risposta

Cara Stefi, credo che le tue paure siano del tutto legittime e che sicuramente molte persone all'idea di dover "stravolgere" la propria vita le avrebbero. Infatti sebbene questo viaggio sia una parentesi è pur sempre una parentesi lunga e lontana. Detto ciò come fare a scegliere alleviando la sensazione di ansia che si innesca? Innanzitutto ti consiglio di cercare di vedere questa opportunità come tale e soprattutto non come qualcosa di definitivo. Pensa a quali sono i benefici della partenza e del soggiorno in America e quali i possibili disagi, ma soprattutto pensa a quanto ti senti in grado,a quanta voglia hai di sperimentare e di cogliere questa opportunità. Ricorda che ogni cambiamento dal più piccolo al più importante ha bisogno di una dose di coraggio... e poi sappi che in ogni situazione esiste il famoso "piano B", se non dovessi trovarti bene o se stessi male, i tuoi affetti, la tua casa rimarranno sempre l'approdo sicuro e disponibile... però, e me lo auguro, se tutto andasse per il meglio avresti nel famoso cassetto un sogno realizzato! In bocca al lupo e facci sapere. "Cerca di non opporre resistenza ai cambiamenti che ti vengono incontro. Lascia invece che la vita viva attraverso di te. E non preoccuparti se la tua vita si sta capovolgendo. Come fai a sapere che il lato a cui sei abituato sia migliore di quello che ti si presenta?" -Rumi- Dott.ssa Valentina Guarasci - psicologa online- www.valentinaguarasci.it