Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Bullet Journal: cos'è, come funziona e le idee per realizzarlo

Hobby e Casa - 28 settembre 2017 Vedi anche: Hobby e fai da te, Idee Bricolage

Per una vita più organizzata e produttiva, ecco il Bullet Journal: cos'è, come funziona e le idee per realizzarlo con un quaderno e una penna!

Il Bullet Journal è un diario fai da te che ha la funzione di organizzare le giornate, i mesi e gli anni, escludendo via via il superfluo e permetterci così di diventare più produttivi e leggeri nel viaggio delle nostre giornate. Ideato dal Sig. Ryder Carroll in America, oggi, il Bullet Journal sta prendendo piede anche in Italia dove ci sono veri e propri gruppi virtuali che ne creano di tanti tipi.

Set bullet journal

17.99 €

Scopri su Amazon

Bullet journal unicorno

7.73 € 6.61 €Sconto del 14%

Scopri su Amazon

Bullet journal copertina rosa

5.69 €

Scopri su Amazon

Come funziona il Bullet Journal?

Si inizia creando l’indice del Bullet Journal  sulle prime pagine bianche del diario, in cui si segnano tutte le sezioni e i relativi riferimenti al numero di pagina che metteremo man mano nel Bullet Journal stesso. Avremo per esempio, nell’indice, la sezione “organizzazione festa” a pag. 10 nella “collection compleanno”.

Si passa poi alla creazione del “future log“, ovvero la stesura generale dei prossimi mesi e che serve ad indicare impegni e cose da fare già definite.

Si fa il “monthly log” che altro non è che un piano generale mensile delle cose da fare. Dopo si può anche creare una lista dei “To Do” più specifica e organizzarsi come meglio si ritiene in base alla mole di impegni e sezioni che andremo a creare. Qui, si inserisce di tutto: dai film da vedere, alle cose da pagare, ai compleanni da ricordare ecc.

In teoria non si dovrebbero lasciare pagine bianche ma conviene stimare lo spazio che servirà per inserire nuovi task e impegni che si presenteranno nel corso del mese.

A questo punto, si può fare il “daily log” delle cose da fare giornaliere o le cose da fare settimanali, a seconda delle esigenze.

Si segnano i “goals” alla fine del mese quando non si fa altro che vedere, nella lista delle cose che avevamo deciso e programmato di fare e segnare con i simboletti le:

  • Cose svolte che potremo segnare con una crocetta o con un simbolo a nostro piacere
  • Cose ancora da fare ma importanti da riportare nel monthly log del mese successivo o programmale per nel future log
  • Cose ancora da fare ma non importanti per le quali decidere di riportarle al mese successivo, programmarle per più avanti o depennarle dalla lista.

Infine creeremo le “collection” che, nel gergo del Bullet Journal, sono le liste dedicate a progetti o a qualcosa che vogliamo pianificare e organizzare a parte, come ad esempio wish list o regali da fare, film visti o libri letti, lista di cose da fare in vista di un trasloco, ecc.

Nel metodo ufficiale, le collection si inseriscono nella prima pagina libera disponibile, come qualsiasi altra sezione, indicando nell’indice il riferimento al numero di pagina per poter poi ritrovare il contenuto agevolmente.

Idee per realizzare un Bullet Journal?

Sono davvero tante e da realizzarsi con tanta creatività. Basta avere un diario pulito, una penna, il righello e iniziare. Si potrà poi decorare ogni elemento del Bullet Journal a piacere: dai simboli usati per i vari argomenti, alle icone che ci indicano “lo stato di una attività” ai colori per identificare le cose più e meno importanti.

Naturalmente, possiamo anche decorare il Bullet Journal sulla copertina esterna: l’idea di base è pianificare il passato, presente e futuro, usando un metodo semplice di annotare le cose da fare mese per mese e farle nel miglio modo possibile.

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA