Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Giardinaggio: trucchi e consigli per coltivare la pianta del caffè in vaso

Hobby e Casa - 18 maggio 2017 Vedi anche: Hobby giardinaggio

Piante e giardinaggio: trucchi e consigli per coltivare la pianta del caffè in vaso in modo perfetto. Scopriamo insieme tutti i segreti per far crescere al meglio questa pianta anche in appartamento!

Siete delle amanti del caffè e non vedete l’ora di coltivare la pianta di caffè in casa vostra? Sembra impossibile, ma non lo è! La pianta del caffè appartiene alle Rubiacee e presenta foglie lucide verde scuro, caratterizzate da forma allungata e appuntita.

I fiori della pianta di caffè non compaiono sempre, ma se lo fanno sono bianchi e a grappoli. Per quanto riguarda i frutti, essi compaiono dopo circa sei anni e all’interno di essi si trovano i semi di caffè che, se tostati, danno origine ad un ottimo caffè.

La pianta in natura arriva fino a 7-8 metri di altezza, ma in vaso si ferma a circa un metro, risultando comoda anche in appartamento. Scopriamo insieme alcuni trucchi e consigli per coltivare la pianta del caffè in vaso e avere un pollice verde da sogno!

Per facilitare la coltivazione in casa della pianta di caffè si consiglia di piantare una piantina già formata, mettendola in un vaso con terriccio universale, meglio se poco calcareo. Il rinvaso della pianta va effettuato ogni anno all’inizio della primavera, usando un contenitore che sia più grande di almeno 2-3 cm del precedente.

La pianta di caffè ama la luce ma è da evitare l’esposizione diretta ai raggi del sole, soprattutto se essi vengono filtrati dal vetro, poiché causano delle scottature alle foglie con la comparsa di macchie scure. State sempre molto attenti a proteggere la pianta di caffè dal vento e dalle temperature basse, soprattutto d’inverno. Per questo, è meglio tenere la pianta di caffè in casa o in serra, o dove la temperatura sia mite, meglio se intorno ai 20° C.

Nel periodo che va da marzo ad ottobre, la pianta del caffè deve essere annaffiata molto alle radici, avendo cura di nebulizzare le foglie, così da riprodurre quel clima umido che consente una crescita ottimale. Durante i mesi più freddi, invece, è meglio diminuire la frequenza e l’abbondanza dell’annaffiatura.

Per renderla più florida, potete concimare la pianta del caffè un paio di volte al mese durante la stagione vegetativa, concimando con minore frequenza durante il periodo invernale. Infine, consigliamo di prevenire un eventuale attacco di afidi o cocciniglie utilizzando uno spray antiparassitario.

Leggi anche:

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA