Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Tinte per capelli fai da te, 5 cose da controllare prima dell'acquisto

Bellezza - 3 ottobre 2017 Vedi anche: Capelli: acconciature, cure e trattamenti, Colpi di sole capelli, Cura dei capelli

Usate o volete usare le tinte per capelli fai da te? Ecco 5 cose da controllare prima dell'acquisto per avere risultati perfetti e meno delusioni!

  • Controllate il colore sulla scheda

    Le tinte per capelli fai da te danno risultati eclatanti… ma quasi mai corrispondenti alle aspettative: ci sono colorazioni che donano ai capelli esattamente il colore che avevano promesso, ma che poi non vi fanno sembrare come la modella della foto; ci sono colori che non sono minimamente corrispondenti a ciò che vi aspettavate dal colore scelto e tinte fai da te che, invece, vi danno un effetto migliore di ciò che credevate fosse possibile per quella cifra. Dove sta il segreto? Nella conoscenza della chimica delle tinte fai da te, il cui primo ingrediente importante è la colorazione tono su tono. Tradotto in soldoni: scegliete per i vostri capelli un colore che sia simile (o più scuro) dei vostri capelli naturali o già tinti, altrimenti rischiate di avere una grande delusione.

  • maschera per i capelli

    Ammoniaca sì o no: come controllare gli ingredienti delle tinte fai da te

    La presenza di oli naturali attira i consumatori, anche perché viene specificato che grazie a questi ingredienti il prodotto non contiene ammoniaca. L’ammoniaca però è spesso sostituita da ethanolamine, una sostanza ugualmente tossica; nelle tinte fai da te troviamo poi paraffina, EDTA (un sequestrante di metalli pesanti come il mercurio), resorcina, PPD e altri coloranti sintetici, tensioattivi come sodium laureth-6 carboxylate e ceteareth-20, coloranti artificiali come M-Aminophenol, Toluene-2,5-Diamine, dimethicone (silicone) e così via. Volete una tinta per capelli naturale al 100% senza compromessi? Allora scegliete l’hennè: vi potrete tingere solo di nero, rosso e di un castano naturale, ma avrete raggiunto il vostro obiettivo.

  • Profumi capelli

    Il biondo fai da te

    Vi volete fare bionde con una tintura fai da te? Scordatevelo! Salvo che non siate decolorate e portate al “punto zero”, non c’è tinta al mondo che vi renda bionda se già non lo siete, tanto meno con una tinta fai da te. Sebbene molti prodotti promettano miracoli sui capelli, il biondo si ottiene solo con trattamenti speciali dei capelli che non siano già biondi, tinti di biondo o bianchi. Li avete già naturalmente biondi? Allora lasciate perdere i colori fai da te e optate per colpi di sole per dare un tocco di luce ai vostri capelli al naturale.

  • capelli chocolate mauve

    Controllare la durata della tinta fai da te

    A differenza delle tinte fatte dal parrucchiere, la tinta fai da te rilascia pigmenti colorati ad ogni lavaggio e, nel bene e nel male, questo fattore permette di ripulire velocemente il cuoio capelluto e il capello dagli eccessi di colore. In questo modo se la tinta fai da te vi ha soddisfatto la potrete ripetere; se, invece, vi ha deluso la potrete eliminare più velocemente con shampoo frequente. Tra i colori e le colorazioni, il rosso scarica più velocemente di tutti i colori, mentre la gamma dei biondi molto meno.

  • tinta capelli

    I colori per capelli multisfaccettati fai da te

    Ottenere colpi di sole, shatush e balayage con una tintura fai da te è quasi impossibile. Per avere belle ciocche colorate con un buon contrasto, infatti, occorre fare un lavoro sul capello che solo in alcuni casi di esperienza pluriennale si può ottenere anche in casa. Invece, ciò che non riuscirete a fare è ottenere questi effetti di colore sui capelli con le tinte fai da te. Un consiglio per usare con soddisfazione le tinte fai da te? Usate quanto più possibile colori simili al vostro e sappiate che è difficile eliminare i rossi e i neri, per i quali dovrete aspettare che i capelli ricrescano.

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA