Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Needling, cos'è e come funziona per eliminare le smagliature

Bellezza - 9 agosto 2017 Vedi anche: Cura della pelle, Smagliature

Conosciamo da vicino il needling, cos'è e come funziona per eliminare le smagliature, le rughe e le cicatrici in modo efficace attraverso uno specifico roller con micro aghi. Ecco tutto quello che bisogna sapere prima di effettuare un trattamento di questo tipo.

Avete mai sentito parlare del needling? Per chi non lo sapesse, si tratta di un trattamento cutaneo che agisce come un lifting senza bisturi grazie a un roller, ottenendo un ringiovanimento della pelle, soprattutto per quanto riguarda inestetismi della pelle anche profondi. Scopriamo insieme cos’è il needling e come funziona per eliminare le smagliature al meglio.

Cos’è il needling

Il needling, o microneedling, è una tecnica non chirurgica che ha la funzione di lifting naturale e che risulta un trattamento ideale per il ringiovanimento della pelle del viso e per la riduzione di rughe, cicatrici e smagliature.

È come se fosse l’evoluzione del peeling tradizionale in ambito medicale e agisce attraverso la stimolazione del derma attraverso una particolare tecnologia che permette di effettuare micro punturine senza percepire dolore. Il principio del needling si basa sui meccanismi di riparazione delle pelle, imitando quelli che sono i naturali processi del corpo quando interviene in modo spontaneo per riparare la pelle in seguito ad una ferita.

Sterilizzazione e cicatrizzazione, mediante un apposito tampone, e ricostruzione graduale del tessuto danneggiato sono alla base del trattamento di microneedling, che va a stimolare la produzione di collagene nei pressi di una piccola feritina provocata dall’uso dell’ago.

Come funziona il needling

La tecnica del needling si effettua tramite un apposito roller, una sorta di rullo alla cui estremità sono collocati molti aghi sottilissimi che creano delle micro lesioni sulla pelle vicino a smagliature, rughe e cicatrici. L’inserimento di piccoli e sottili aghi chirurgici nella cute consente la proliferazione di nuove cellule, la cui missione è quella di trasformarsi in collagene che si aggiunge a quello esistente nell’epidermide, donando maggior spessore alla pelle, riempiendo cicatrici e smagliature e dando così avvio ad una completa rigenerazione cutanea.

Gli aghi dei roller per il microneedling possono essere più o meno lunghi in base al tipo di trattamento che si vuole eseguire. Ad esempio, aghi fino a 0,25 mm servono a migliorare l’aspetto della pelle del viso, mentre aghi fino a 0.5 mm sono indicati per il trattamento delle rughe e di piccole cicatrici lasciate da acne o da varicella; aghi tra 1 mm e 1,5 mm sono invece indicati per il trattamento delle smagliature e di cicatrici e aghi da 2.0 mm, 2,5 mm e 3,0 mm servono per il trattamento di cicatrici molto profonde, rughe e per un generale ringiovanimento della pelle, dal momento che stimolano la produzione di collagene ed elastina.

Esistono roller per needling di uso domestico, di solito pensati per effettuare trattamenti più leggeri, e roller professionali, utilizzati da personale specializzato e caratterizzati da aghi più lunghi che agiscono in profondità. Generalmente al termine del trattamento si prova una sensazione di lieve bruciore e compare un leggero rossore della pelle, che nel giro di un paio di giorni scompare. Si consiglia di effettuare le sedute di needling a distanza di 6-7 settimane una dall’altra.

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA