Zone erogene maschili: conoscerle per aumentare il desiderio sessuale

Amore e Sesso - 11 gennaio 2010

Se desiderate far impazzire il vostro uomo sotto le lenzuola ecco qualche utile consiglio per trovare e stimolare la sue zone erogene!

span.c3 {color: #d30094;} span.c2 {line-height: normal; margin-top: 10px; color: #6f472d;}

Le zone erogene sono parti del corpo particolarmente ricche di terminazioni nervose e quando vengono stimolate possono far aumentare l’eccitazione prima di un rapporto sessuale e addirittura far raggiungere l’orgasmo.
Ma come fare per trovare le zone erogene maschili? La maggior parte delle zone erogene maschili è in prossimità degli organi sessuali, ma ci sono anche altre parti del corpo tutte da scoprire. Certo non esiste una lista completa delle zone erogene di un uomo, ogni donna deve giocare con il proprio compagno per trovare le zone del suo corpo da stimolare per aumentare il piacere sessuale. Tuttavia, pur lasciando a voi la scoperta delle zone erogene segrete del vostro partner, ecco una lista delle parti del corpo generalmente più sensibili in un uomo, da stimolare in modo opportuno con baci e carezze!

  • Il pene è chiaramente una zona erogena maschile molto sensibile sia alle carezze che al sesso orale. Attenzione però perché l’asta del pene non è molto innervata, le zone più erogene sono la base del pene e la corona, ovvero il bordo che separa il glande dall’asta.
  • Il glande, ovvero la parte superiore del pene, è considerata la zona erogena maschile più sensibile in assoluto. È l’analogo del clitoride femminile e la sua stimolazione è particolarmente piacevole perché il glande è ricco di terminazioni nervose chiamate corpuscoli libidinali.
  • Anche i testicoli se accarezzati con dolcezza possono procurare un intenso piacere, attenzione però: la delicatezza è d’obbligo!
  • Il perineo, zona erogena situata tra il pene e l’ano, può essere stimolata con le mani e con la lingua per aumentare il piacere sessuale maschile.
  • Le natiche producono piacere se accarezzate, soprattutto nella regione del solco.
  • Da non dimenticare anche il famoso punto L, che si trova alla radice del pene, in vicinanza della prostata. Per stimolare il punto L, analogo del punto G femminile, serve una leggera pressione fra i testicoli e l’ano oppure una penetrazione anale.
  • I capezzoli, negli uomini così come nelle donne, sono zone erotiche molto sensibili, baciateli, accarezzateli o semplicemente sfiorateli con i capelli per far felice il vostro partner.
  • Anche la nuca e le spalle sono zone molto sensibili: provate a fare un massaggio rilassante al vostro compagno magari con un olio dal profumo afrodisiaco. Molti uomini gradiscono anche baci e piccoli morsi sul collo e sui lobi delle orecchie.

Per trovare le altre zone erogene degli uomini vi suggeriamo di dare via libera alla vostra fantasia!

CONDIVIDI

Facebook Twitter Google Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Email

COMMENTA